Sbranato e ucciso dal suo cane, un esemplare di pitbull che lo ha aggredito in casa riducendogli letteralmente le braccia e le gambe a brandelli. È la tragica morte di un ragazzo statunitense di 25 anni, Devin White, deceduto nelle scorse ore in ospedale a seguito delle gravissime ferite riportate nell’attacco. La tragedia si è consumata lo scorso weekend in un’abitazione di Plainfield, nello stato dell'Illinois. Il giovane era in casa con altri parenti sabato sera quando, per motivi tutti da accertare, è stato aggredito dal suo cane. Nonostante gli immediati soccorsi da parte di polizia e servizi sanitari, per il 25enne non c’è stato nulla da fare. Devin è morto lunedì in ospedale a seguito delle gravi lesioni.

Come ricostruito dalla polizia, nello stesso attacco sono rimasti feriti anche una donna di 25 anni, un uomo di 52 anni e un uomo di 19 anni che erano presenti in casa ma fortunatamente per loro non c’è stata nessuna conseguenza grave. Una tragedia che ha sconvolto la comunità locale ma anche gli stessi familiari dell’uomo secondo i quali il cane non aveva mai dato problemi di alcun tipo e non aveva mai morso nessuno. “Non aveva mai dato segnali di aggressività, lo lasciavamo anche girare tra i nostri bambini piccoli” ha spiegato una cugina del 25enne ai media locali.

Secondo un primo resoconto, il cane si sarebbe innervosito durante una lite familiare e quando il padrone ha tentato di fermarlo si è scagliato contro di lui. “È diventato incontrollabile ad un certo punto. Devin ha sicuramente combattuto. Ha salvato suo fratello e tutti gli altri coinvolti" ha spiegato un’altra parente. L’animale è stato abbattuto dalla polizia che era intervenuta sul posto.