1.788 CONDIVISIONI
Covid 19
26 Ottobre 2021
15:26

Romania, dilagano i contagi: introdotto un nuovo lockdown, ora è corsa per vaccinarsi in extremis

Nelle ultime 24 ore in Romania sono state registrate 16.765 nuove infezioni su 78.706 test eseguiti e 523 morti, mentre il tasso di incidenza è pari a 2mila casi ogni centomila abitanti. Il governo ha imposto un nuovo lockdown. E la campagna di vaccinazione, che finora arrancava, ha ripreso vigore.
A cura di Davide Falcioni
1.788 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Uno dei paesi europei in cui si stanno moltiplicando i contagi di Covid-19 è la Romania: nelle ultime 24 ore, infatti, il Ministero della Salute ha calcolato 16.765 nuove infezioni su 78.706 test eseguiti e 523 morti, mentre il tasso di incidenza è pari a 2mila casi ogni centomila abitanti rendendo di fatto vano ogni tentativo di svolgere un efficace tracciamento. Il boom di infezioni  è correlato alla bassissima quota di vaccinati: solo il 31% della popolazione ha completato il ciclo di immunizzazione e sono milioni, ancora, i cittadini esposti alle conseguenze più gravi del contagio. Le infezioni stano dilagando e giorno dopo giorno aumenta la pressione sulle strutture sanitarie: 20.637 persone con Sars-Cov2 sono ricoverate nelle unità di area medica, 479 delle quali sono bambini. In terapia intensiva ci sono 1.867 pazienti, di cui 43 bambini.

Il presidente Klaus Iohannis ha definito la situazione disastrosa e – parlando di una catastrofe – ha annunciato ai cittadini l'introduzione di nuove restrizioni nel tentativo di tenere sotto controllo la pandemia. Le scuole resteranno chiuse per almeno una settimana e l'obbligo di esibire il green pass è stato esteso a una serie di attività non previste in precedenza, compreso l'ingresso in luoghi non essenziali, come i centri commerciali, e in tutti i negozi non alimentari. La mascherina dovrà essere indossata anche all'aperto e da ieri, 25 ottobre, nel Paese sono state anche sospese tutte le feste private come matrimoni e battesimi ed è stato reimposto il coprifuoco notturno a partire dalle 22 fino alle 5 del mattino. Chi è in possesso del certificato verde è esente da quest'ultima misura. Le nuove restrizioni saranno valide per almeno 30 giorni.

La Romania sta dunque pagando a carissimo prezzo lo scetticismo dei cittadini nei confronti della campagna di vaccinazione. Ora però il timore di contrarre il virus e le conseguenze economiche delle restrizioni stanno imprimendo finalmente un'accelerazione e nell'ultima fine settimana la percentuale di vaccinati ha superato quella degli infetti, come ha spiegato il responsabile della campagna d'immunizzazione, Valeriu Ghoerghita: "Nelle ultime 72 ore – ha spiegato – sono state somministrate 360 ​​mila dosi, oltre 260 mila persone hanno ricevuto la prima . È una crescita numerica estremamente importante".

1.788 CONDIVISIONI
28311 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni