716 CONDIVISIONI
21 Settembre 2022
12:45

“Non mi lasceranno andare, ti amo”. L’ultimo drammatico messaggio alla figlia prima di morire

Debbie Collier, 59 anni, ha inviato un inquietante messaggio a sua figlia prima di essere trovata morta in un burrone nello Stato USA della Georgia. Era nuda e aveva ustioni sul corpo…
A cura di Biagio Chiariello
716 CONDIVISIONI

"Non mi lasceranno andare, ti amo, c'è una chiave di casa nel vaso di fiori blu vicino alla porta". Questo l'ultimo messaggio che lo scorso 10 settembre Debbie Collier, 59 anni, ha inviato a sua figlia, Amanda, prima di essere trovata cadavere il giorno dopo in un burrone vicino a una zona boscosa a Tallulah Falls, in Georgia. Era nuda e aveva segni di ustioni sul corpo.

Secondo il rapporto sull'incidente il corpo della 59enne è stato trovato da un investigatore che "ha osservato una donna nuda sdraiata sulla schiena, che afferrava un piccolo albero con la mano destra". Gli inquirenti hanno anche documentato "l'addome carbonizzato" e un telo blu bruciato accanto a una borsa rossa nelle vicinanze.

Gli investigatori sono convinti che si tratti di omicidio.

Amanda Bearden, 36 anni, ha provato subito a chiamare sua madre dopo aver ricevuto il messaggio criptico, ma la donna non ha risposto al cellulare. A quel punto la figlia ha presentato una denuncia di scomparsa alla polizia della contea di Athens Clarke.

Secondo gli inquirenti l'inquietante messaggio potrebbe suggerire che la 59enne fosse stata coinvolta in un rapimento violento prima del tragico epilogo.

Durante le indagini, i poliziotti hanno scoperto che la Collier aveva noleggiato un SUV il 10 settembre e aveva lasciato la propria casa solo con la sua carta di debito e la patente di guida. Gli inquirenti sono riusciti a tracciare la posizione dell'auto grazie alla sua radio satellitare SiriusXM, che li ha guidati a circa 80 chilometri a nord della sua casa di Athens, in Georgia.

Il corpo della 59enne è stato poi rinvenuto in un burrone vicino all'autostrada dove è stato trovata l'auto sulla US 441 vicino a Victory Home Lane.

Debbie, che ha sposato suo marito Steve nel 2013, ha lavorato per molti anni come responsabile del front office presso Carriage House Realty ad Atene. L'uomo ha detto di aver visto per l'ultima volta sua moglie alle 21:00 la sera prima che scomparisse il 9 settembre.

716 CONDIVISIONI
“Meglio morire che andare a scuola”: alunno bullizzato dai compagni costretto a cambiare istituto
“Meglio morire che andare a scuola”: alunno bullizzato dai compagni costretto a cambiare istituto
Gli attivisti di Ultima Generazione imbrattano il Teatro alla Scala nel giorno della Prima
Gli attivisti di Ultima Generazione imbrattano il Teatro alla Scala nel giorno della Prima
4.350 di LoManc
Vernice contro il Teatro alla Scala il giorno della prima. Ultima Generazione:
Vernice contro il Teatro alla Scala il giorno della prima. Ultima Generazione: "Basta gas e carbone"
16.724 di Chiara Daffini
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni