Clochard vittime di una violenza spietata a New York, agita da un serial killer. Almeno quattro uomini, tutti ritenuti senzatetto, sono stati uccisi a Chinatown, da un assalitore che li ha colpiti con un grosso oggetto di metallo mentre dormivano. Un quinto è ricoverato all'ospedale con ferite gravi. Lo riferisce la polizia della Grande Mela, che ha arrestato il presunto aggressore, un giovane di 24 anni.

I corpi delle vittime sono stati scoperti uno dopo l'altro, in seguito alla segnalazione di una persona non coinvolta nell'aggressione. La notte dell'orrore a Manhattan è cominciata intorno alle 2 di mattina quando il numero delle emergenze, il 911, ha ricevuto una telefonata anonima: era stato rinvenuto il corpo della prima vittima all'interno di un palazzo a Chinatown. Quando la polizia è arrivata, ha trovato anche un altro uomo, 49 anni, ferito in modo grave. Due testimoni hanno raccontato di aver visto un giovane, vestito con giacca e pantaloni scuri, colpire ripetutamente i due senza dimora, probabilmente con una sbarra d'acciaio, lunga circa un metro. prima di allontanarsi a piedi.

Gli agenti hanno cominciato a perlustrare la zona, raccogliendo altre testimonianze. Poche ore dopo, sono stati trovati altre tre corpi, massacrati a colpi con lo stesso oggetto, nella zona di East Broadway. Il presunto serial killer, che sarebbe anche lui un clochard, è stato individuato e arrestato: quando gli agenti lo hanno catturato stava tenendo in mano la sbarra di metallo ricoperta di sangue. 

"Al momento non è chiaro il movente", ha spiegato il capo dell'ufficio investigativo di Chinatown, Michael Baldassano. "L'assassino non ha agito per motivi di razza, età o altra natura", hanno riferito gli investigatori che stanno seguendo il caso.

La quinta vittima dell'assalto è adesso ricoverato al NewYork-Presbyterian Lower Manhattan Hospital, in condizioni critiche.