Halima Cissè, 25enne maliana, ha dato alla luce con parto cesareo 9 bambini. Un caso praticamente unico di parto non gemellare. La donna era convinta di aspettare sette figli. Una cifra che rappresentava già un record, ma i medici avevano sbagliato la diagnosi. Soltanto in seguito hanno scoperto l'esistenza di altri due bambini nel grembo materno. La donna è stata trasportata in aereo in Marocco per ricevere migliori cure. Entrata in ospedale il 30 marzo, ha partorito senza particolari complicazioni. I medici si dichiaravano preoccupati per il suo stato di salute, ma Halima ha ricevuto anche l'assistenza del governo.

Ha partorito con taglio cesareo cinque femmine e quattro maschi. Tutti i figli sono in perfetto stato di salute. Un caso di parto multiplo che non riguarda gemelli è estremamente raro secondo i dottori. Un record mondiale seguito con estrema attenzione dai medici di tutto il mondo. Il portavoce del ministero della Salute Rachi Koundhari ha affermato di non avere notizia di altri parti simili nel Paese e nel mondo. "Sia la madre che i bambini sono in ottimo stato di salute" ha commentato il ministro della Salute del Mali Fanta Siby. Mali e Marocco hanno mantenuto contatti costanti anche grazie ai medici. Il dottore maliano che ha accompagnato Halima fino in Marocco si è interfacciato continuamente con l'equipe che si è occupata dal parto cesareo, fornendo informazioni sui nove mesi trascorsi prima dell'ingresso in ospedale. La neo-mamma e i suoi sette figli rientreranno in Mali tra alcune settimane, quando i bambini saranno abbastanza forte per affrontare il viaggio.

La gravidanza di Halima è stata un vero e proprio caso nazionale nel suo Paese: seguita da enti governativi e dal mondo scientifico, gli sforzi nel procurare alla 25enne le migliori cure hanno permesso il successo del parto cesareo avvenuto in Marocco.