149 CONDIVISIONI
18 Novembre 2022
13:36

Intero quartiere attaccato da uno sciame d’api, in 37 finiscono in ospedale: “Mio figlio punto 15 volte”

Uno sciame d’api ha attaccato i cittadini di un piccolo centro in Uruguay mandando in ospedale 37 persone.
A cura di Chiara Ammendola
149 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Sembrava un pomeriggio come tanti per i cittadini di Melo, piccolo centro urbano dell'Uruguay, al confine con il Brasile, ma invece quello che è accaduto poco dopo ha sconvolto l'intera comunità. Uno sciame d'ape composto da migliaia di esemplari ha attaccato e punto decine e decine di cittadini, facendo finire in ospedale quasi 40 persone.

Le api si sono dirette in particolare verso le auto che erano ferme nel traffico della città, riuscendo a infilarsi tra un finestrino e un altro e pungendo i malcapitati di turno. Una scena quasi da film quella alla quale hanno assistito i cittadini di Melo, che ricorda per alcuni aspetti sceneggiati hitchcockiani: decine di persona in fuga dalle api che hanno provato a rifugiarsi verso le proprie case o dei negozi di passaggio.

Alla fine sono 37 le persone finite in ospedale, tra le quali otto bambini, punte dozzine di volte mentre tentavano di fuggire a piedi. “Mio figlio correva come un matto ma è stato comunque punto circa 15 volte – ha raccontato la mamma di uno dei bambini ricoverati – ho visto persone correre disperate, hanno abbandonato moto e auto e sono fuggite”.

“Avevo i finestrini della macchina abbassati quando uno sciame di api è apparso dal nulla ed è entrato”, il racconto di un altro testimone. A salvare la situazione ci hanno pensato degli apicoltori che hanno individuato la fonte di quel trambusto in due alveari tenuti, senza permesso, da un residente della zona.

Gli esperti hanno così rimosso gli alveari e reso sicura la zona. Non è chiaro perché le api fossero andate all'attacco, ma gli esperti hanno affermato che potrebbero essere state stressate da rumori come il suono del clacson di un'auto.

149 CONDIVISIONI
La mamma del neonato morto al Pertini: “Ho chiesto aiuto tre volte, non mi hanno mai ascoltata”
La mamma del neonato morto al Pertini: “Ho chiesto aiuto tre volte, non mi hanno mai ascoltata”
10.650 di Videonews
Boom di casi Covid in Cina, il presidente Xi:
Boom di casi Covid in Cina, il presidente Xi: "Nuova fase della pandemia, restare uniti"
Scende dall'auto per rispondere al telefono: un attimo dopo un masso enorme schiaccia la macchina
Scende dall'auto per rispondere al telefono: un attimo dopo un masso enorme schiaccia la macchina
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni