"Chissà  cosa farebbero i miei colleghi se scoprissero che non indosso la maschera quando sono fuori e che permetto ai miei figli di incontrare gli amici", così una infermiera statunitense dell'Oregon ha pensato bene di vantarsi sui social di non indossare alcun dispositivo di protezione fuori dal lavoro, andando contro ogni regola prevista dalle norme sanitarie. La scelta però le è costata molto cara perché è stata scoperta e sospesa dall'ospedale dove lavora. A segnalare la donna alla struttura sanitaria sono stati gli stessi utenti online che, dopo aver visto un suo video su tik tok, hanno contattato il Salem Health Hospital dove l'infermiera lavora e hanno denunciato l'accaduto.

L'ospedale statunitense si è subito mosso e, dopo aver ringraziato gli utenti attraverso la sua pagina facebook, ha annunciato che l'operatrice sanitaria, che lavora in un reparto di Oncologia, è stata sospesa dall'incarico in attesa di una indagine sul suo comportamento. Anche se quanto descritto dalla donna è avvenuto fuori dall'orario di lavoro, infatti, non indossare una maschera e lasciare che i figli abbiano appuntamenti coi coetanei va direttamente contro le linee guida dei Centers for Disease Control and Prevention volte a fermare la diffusione del virus e comunque potrebbe mettere in pericolo la vita dei pazienti ricoverati in ospedale, ancora di più in un reparto oncologico.

Dopo la denuncia il video è stato rimosso e l'ospedale non  ha voluto chiarire l'identità dell'infermiera ma è stata identificata da Buzzfeed come Ashley Grames, una infermiera in attività da almeno dieci anni. "Un'infermiera ha pubblicato un video sui social media che mostrava un comportamento sprezzante nonostante la gravità di questa pandemia e indifferenza verso il distanziamento fisico e l'uso di  protezioni al di fuori del lavoro. Il Salem Health crede che tutti noi dobbiamo fare la nostra parte per proteggere i più vulnerabili e fermare la rapida diffusione di COVID-19. Ciò include la richiesta al personale, ai pazienti e ai visitatori di seguire le linee guida del CDC e di altri enti sull'uso della maschera e sulle distanze sociali" ha spiegato l'ospedale annunciando che la donna è stata messa in congedo amministrativo in attesa di un'indagine.