Una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.0 è stata registrata questa mattina alle 8.23 in Grecia, nei pressi dell'isola di Creta. Lo riferisce l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Stando alle informazioni diffuse, il sisma è stato avvertito anche in Italia, Turchia, Egitto e Libia. L’epicentro del sisma è stato localizzato a Potamos, circa 30 km a ovest delle coste di Creta e 20 km a sud dell’isola di Antikithira, mentre l’ipocentro è stato individuato a 20 km di profondità. Al momento non stiamo riscontrando notizie di danni o feriti.

Terremoto avvertito anche in Puglia e Calabria

Il movimento tellurico è stato violento, tanto da essere avvertito in un raggio di oltre 800 km. L’evento è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma, ed è stato avvertito anche al Sud Italia, a Brindisi, Taranto, Reggio Calabria, Francavilla Fontana, Modica, Catanzaro, Molfetta, Grottaglie, Lamezia Terme (dati “Hai Sentito il Terremoto”).

Sisma Albania, 23 vittime

Intanto è salito a 23 il numero delle vittime del terremoto di magnitudo 6.2 che ha devastato ieri mattina l’Albania. Ieri sera due delle persone che si trovavano in ospedale sono decedute in seguito alle ferite riportate. Oltre 600 invece i feriti. I danni più gravi si sono riscontrati a Durazzo e Tirana. L’Italia ha inviato immediatamente aiuti e mezzi di soccorso. Per oggi, intanto, è stato proclamata una giornata di lutto nazionale in memoria delle vittime.