"È ora di fermare la caccia ai pedofili da parte dei cittadini" è l'allerta lanciata dalla polizia olandese dopo che un insegnante in pensione di 73 anni è stato attirato in trappola e picchiato a morte da una gang di adolescenti che lo accusavano di essere un pedofilo anche se non era mai stato né condannato né indagato.  con l'obiettivo reale di vendicarsi e farsi giustizia da soli mandando in ospedale la vittima designata ma in alcuni casi anche all'obitorio come accaduto al 72 enne di Arnhem.

L'uomo è stato indotto dai ragazzini ad avere un contatto sessuale con un minore mentre era in una chat room gay. Le autorità hanno detto che sapeva che il ragazzo era minorenne ma non c'erano prove di precedenti contatti sessuali con minori. L'ex insegnante è arrivato a un punto di incontro concordato il 28 ottobre ed è stato seguito mentre tornava a casa. È stato picchiato da un gruppo di ragazzi ed è morto in seguito in ospedale. "La caccia ai molestatori di bambini da parte dei civili sta sfuggendo di mano. Ora deve finire" ha affermato il capo della polizia regionale dei Paesi Bassi orientali Oscar Dros.

"Il nostro messaggio ai cittadini è: Fermatevi, smettetela con la caccia ai pedofili, smettetela di provocare, di fare gli investigatori, Lasciateli a noi perché così non ci aiutate" ha detto Oscar Dros , aggiungendo: "Questo comportamento da vigilantes è inutile perché le prove che questi cittadini pensano di avere sono molto spesso insufficienti o inesatte. Non conosco un solo caso nella mia unità di polizia che abbia portato poi alla condanna di un molestatore di bambini". “Abbiamo centinaia di detective appassionati del loro lavoro. Il comportamento di questi cacciatori di pedofili li costringe a lavorare sui di loro e si tratta di tempo che preferiremo investire nella prevenzione degli abusi sui minori". ha aggiunto il capo della polizia parlando di almeno 250 incidenti che vanno dall'aggressione alle minacce allo stalking attraverso la gogna su Internet. Per questo, Dopo vari avvertimenti la polizia locale ha deciso questa settimana di vietare qualsiasi forma di cooperazione tra civili per la caccia ai pedofili