Terribile tragedia nelle scorse ore in un'abitazione di Brooklyn,  a New York, negli Stati Uniti. Un devastante incendio che si è sviluppato in casa durante la notte è costato la vita a quattro persone, tutte appartenenti allo stesso nucleo famigliare: tre bambini e la loro mamma. La polizia e i vigili del fuoco hanno risposto ad una chiamata di emergenza nella zona di Sheepshead Bay intorno alle 2:15 della notte tra domenica e lunedì ma quando sono giunti su posto la casa era già completamente avvolta dalle fiamme. Il rogo non ha lasciato scampo all'adulto e ai quattro minori, estratti solo dopo alcune ore già cadaveri.

Le vittime sono una donna di 40 anni e tre dei suoi figli, un ragazzino di 11 anni, un bambino di 7 anni e una bambina di 3 anni. Nel rogo altre cinque persone sono rimaste ferite e sono state portate negli ospedali della zona con diverse lesioni. Tra di loro il marito della donna morta, la figlia di 16 anni e il figlio di 15 anni. Un altro dei feriti invece è un parente delle vittime. Tre delle vittime sono pià gravi e sono state portate all'ospedale universitario di Staten Island in condizioni critiche, le altre due all'ospedale Maimonides con ferite più lievi.

Ci sono volute diverse ore di lavoro da parte dei vigili del fuoco per spegnere completamente le fiamme. Durante le operazioni anche cinque pompieri hanno riportato lievi ferite. Sul caso è sta aperta una indagine ma, secondo una prima ricostruzione, il rogo non si sarebbe originato dalla cucina ma dal salone della casa. Per questo si sospetta che le fiamme siano divampate da una candela posta sulla Menorah, usata dagli ebrei per celebrare Hanukah