533 CONDIVISIONI
Coronavirus
3 Giugno 2021
16:05

Brasile, esperimento con il vaccino cinese: intera città immunizzata, morti e contagi in picchiata

A Serrana, città di 45mila abitanti nello stato di San Paolo, la quasi totalità della popolazione tra febbraio e aprile ha ricevuto il vaccino cinese CoronaVa. I risultati sono stati lusinghieri: i ricoveri sono scesi dell’86 per cento, i decessi del 95 per cento.
A cura di Davide Falcioni
533 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Non si può certo dire che sia stato un esempio virtuoso nella lotta alla pandemia di Sars-Cov-2, eppure il Brasile si è reso protagonista di un esperimento positivo i cui risultati stanno facendo il giro del mondo e dimostrano una volta di più che grazie ai vaccini è possibile tenere sotto controllo i contagi: a Serrana, città di 45mila abitanti nello stato di San Paolo, la quasi totalità della popolazione tra febbraio e aprile ha ricevuto il vaccino cinese CoronaVac, sviluppato e prodotto dall'azienda pubblica Sinovac e approvato il primo giugno anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

L'esperimento – chiamato semplicemente "Progetto S" – è stato organizzato su base volontaria ma ha comunque visto l'adesione del 95 per cento degli adulti. A coordinarlo sono stati l’Istituto Butantan, il centro di ricerca pubblico con sede a San Paolo, e la casa farmaceutica cinese Sinovac  che tre giorni fa, nel corso di una conferenza stampa, hanno reso noti i risultati dello studio: il numero di positivi sintomatici è sceso dell’80% e i ricoveri causati dalla malattia sono diminuiti dell’86%. Il dato più importante è però quello dei morti, che sono calati del 95% in un periodo in cui nel resto nel paese i decessi erano migliaia al giorno.

La larga adesione alla campagna di vaccinazione ha avuto effetti positivi anche tra coloro che non si sono vaccinati: contagi e decessi sono infatti diminuiti anche tra i minori di 18 anni e tra coloro che, per ragioni di salute, non avevano potuto ricevere il farmaco anti-Covid. I risultati dello studio – hanno spiegato i ricercatori "mostrano che è possibile controllare la pandemia vaccinando circa il 75% della popolazione". Butantan, che ha coordinato gli studi clinici di CoronaVac e sta anche producendo il vaccino cinese in Brasile, non ha ancora pubblicato i dati completi dei risultati del “Progetto S”, ma ha dichiarato che li rivelerà a breve. Nel frattempo l'esperimento rappresenta l'ennesima sconfessione per Jair Bolsonaro, presidente che a lungo ha negato la pericolosità della pandemia e l'efficacia dei vaccini.

533 CONDIVISIONI
26112 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni