Una tragedia incredibile, soprattutto per l'età della vittima. Un bimbo di tre anni è stato ucciso a Miami, in Florida. A provocare la morte del piccolo è stato un colpo di pistola, ma non si sa ancora chi lo ha sparato e perché. La vicenda scuote gli Stati Uniti e la città della costa est, anche perché l'omicidio si è consumato durante una festa di compleanno. Non è chiaro se l'assassino volesse colpire il bambino, né quale fosse il movente di un simile atto. Il colpo che ha ucciso il piccolo Elijah LaFrance, così si chiamava la giovanissima vittima, non è stato l'unico esploso. Altri spari hanno ferito una donna di 21 anni, che però non sarebbe in pericolo di vita.

Una festa di compleanno come tutte le altre, in un residence di Miami. Poi all'improvviso arriva una persona che apre il fuoco: pochi spari che feriscono la ventunenne, ora in condizioni stabili in ospedale, e uccidono il piccolo Elijah. Neanche il tempo di rendersi conto di cosa è accaduto che l'omicida fugge via, facendo perdere rapidamente le proprie tracce. La polizia sta indagando su quanto accaduto, e al momento non può escludere alcuna ipotesi. Le informazioni raccolte al momento sono pochissime.

Per cercare di scoprire di più sulla vicenda che ha portato all'uccisione del bimbo, la polizia di Miami ha diramato un avviso su tutti i propri canali in cui spiega quanto accaduto ieri sera, intorno alle 20. E annuncia: "Chiunque abbia informazioni riguardo a questo omicidio ci contatti". Per raccontare l'accaduto sono previsti diversi canali, anche per rimanere anonimi. Chi aiuterà la polizia a scoprire chi è l'assassino del piccolo potrebbe ricevere una ricompensa di un valore fino ai 5mila dollari.