Dal 9 agosto ai vertici della Cia ci sarà una donna: Avril Haines, avvocato di punta del presidente Barack Obama. Avvocatessa 43enne, è stato già il primo volto femminile scelto come consigliere legale del National Security Council e ora sarà anche la prima del suo genere ai vertici dell’intelligence Usa. Nel suo curriculum a cinque stelle, però, spicca anche una "macchia". A metà anni Novanta la Haines aveva aperto la Adrian's Bookstore, una libreria sul lungomare di Baltimora in cui organizzava ‘erotica nights', ha raccontato oggi il sito Daily Beast riesumando un articolo del Baltimore Sun in cui la futura "numero due della Central Intelligence Agency spiegava di aver fatto questa scelta dopo una serie di titubanze iniziali: "All'inizio temevamo che venissero solo vecchi sporcaccioni. Siamo rimasti sorpresi da un pubblico di yuppies dei sobborghi". La letteratura erotica, aveva aggiunto Avril, "ha cominciato a diffondersi perché la gente cerca di far sesso senza fare sesso. Altri cercano di scoprire nuove fantasie per mettere brio in una relazione monogama".

Avril Haines comunque non è una “professionista dell’Intelligence”, ha voluto sottolineare oggi il New York Times, per quanto nel suo lavoro al dipartimento di Stato si era comunque occupata di droni e intercettazioni. La decisione di affidagli la seconda poltrona della Cia è stata, infatti, definita "altamente inconsueta" dal Washington Post. Ma a difenderla è sceso in campo direttamente John Brennan, il nuovo capo dell’Intelligence statunitense che ha preso il posto del generale David Petraeus, dopo le dimissioni di quest’ultimo a seguito dello scandalo sessuale che lo ha travolto. “Haines sa più di operazioni sotto copertura che nessun altro nel governo americano fuori dalla Cia”, ha dichiarato Brennan. La Haines prende il posto di Mike Morell che lascia la Cia dopo 33 anni di onorato servizio.