127 CONDIVISIONI
3 Settembre 2021
11:38

Annuncia il suicidio in diretta Instagram: la wrestler Daffney Unger trovata morta in casa

Daffney Unger aveva tenuto una diretta sui social pochi giorni fa: “Capite che sono sola? Voglio che il mio cervello venga studiato”. Poi il suicidio. Il mondo del wrestling esprime messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia. Il lottatore Joef Samael: “Mi dispiace che nessuno abbia potuto fare qualcosa per aiutarti, Daffney”.
127 CONDIVISIONI

Una notizia ha sconvolto il mondo del wrestling: è morta Shannon Spruill, conosciuta dai fan della disciplina con il nome di Daffney Unger. Si è tolta la vita all’età di 46 anni, nella sua casa di Atlanta.

La malattia al cervello – La lottatrice soffriva da tempo di disturbi mentali e proprio pochi giorni fa aveva tenuto una diretta sui social, in cui annunciava il suicidio, tenendo tra le mani un’arma da fuoco. Nel suo ultimo video aveva parlato dei danni al cervello che si era procurata durante la sua carriera, iniziata negli anni ’90. Aveva ammesso di soffrire di encefalite cronica traumatica, malattia che, nei casi più gravi, può portare a togliersi la vita. Il video di Instagram è stato poi rimosso.

“Capite che sono sola? Voglio che il mio cervello venga studiato” – Non si conoscono ancora le reali cause del decesso, le autorità non le hanno rese note. La “Screen Queen”, soprannominata così per il suo look punk ed il suo trucco gotico, nel video ritirato dal social, aveva però lanciato un urlo disperato: “Capite che sono sola? – aveva detto – .“Non voglio danneggiare il mio cervello, voglio che venga studiato – ha continuato – che le generazioni future sappiano. Non fate cavolate come me”.

Fonte Instagram
Fonte Instagram

L’annuncio della morte – A comunicare la notizia è stata la Shimmer Wrestling, la federazione in cui Daffney ha militato per diversi anni. Il messaggio è stato postato da Lexie Fyfe, sua cara amica, che ha invitato i fan a rispettare la privacy della famiglia. Una voce dei parenti, invece, è arrivata da parte della madre della wrestler che, sui social ha condiviso il suo dolore così: “Mia figlia Shannon è morta, ho il cuore spezzato”.

I messaggi dei colleghi – Il mondo del wrestling non si è fatto attendere ed ha pubblicato sui social messaggi di cordoglio, dopo aver appreso la notizia. Il lottatore Joef Samael: “Mi dispiace che nessuno di noi – ha scritto in un post – abbia potuto fare qualcosa per aiutarti. Ti voglio bene”. Ancora Will Ospreay, vincitore dell’IWGP World Heavyweight Championship, ha pubblicato: “Riposa in pace Daffney”. L’attore e wrestler professionista, Mick Foley, ha scritto di essere molto dispiaciuto per la scomparsa di Daffney, concludendo con un messaggio di vicinanza per chi sta soffrendo o pensando di procurarsi del male: “Sappiate che si può chiedere aiuto”.

La carriera di Daffney – La donna si era ritirata dalle scene circa 10 anni fa. Aveva lottato dal 1999 al 2001 per la World Championship Wrestling e poi con la Total Nonstop Action Wrestling dal 2008 al 2011. Dall’anno seguente ha ricoperto vari ruoli davanti alla telecamera per Shine Wrestling. Tra i grandi match disputati dalla lottatrice va poi citato il primo Monster’s Ball interamente al femminile, avvenuto nel 2009. Testimonianza concreta di come Daffney fosse pronta a tutto pur di regalare spettacolo ai fan, dimostrando un amore forte verso la disciplina.

Fonte Instagram
Fonte Instagram
127 CONDIVISIONI
Portano il figlioletto a scuola, poi le urla e l’omicidio suicidio in casa: “Montesilvano sconvolta”
Portano il figlioletto a scuola, poi le urla e l’omicidio suicidio in casa: “Montesilvano sconvolta”
Omicidio suicidio a Montesilvano, trovati i corpi senza vita in casa di un uomo e una donna
Omicidio suicidio a Montesilvano, trovati i corpi senza vita in casa di un uomo e una donna
Morta cadendo dal balcone a Potenza, indagato il fidanzato di Dora: "Istigazione al suicidio"
Morta cadendo dal balcone a Potenza, indagato il fidanzato di Dora: "Istigazione al suicidio"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni