L’Inps ha pubblicato un messaggio sul decreto che introduce la quota 100, l’anticipo pensionistico voluto dal governo, annunciando che da oggi è possibile presentare domanda per tutti i lavoratori interessati e che abbiano i requisiti richiesti: almeno 62 anni di età e almeno 38 anni di contributi versati. La domanda potrà essere presentata o per via telematica, per chi ha il pin dell’istituto di previdenza, o attraverso il call center, i patronati e gli altri soggetti abilitati. In attesa della circolare che verrà pubblicata per spiegare il funzionamento della misura, vengono comunicate le modalità di presentazione delle domande per accedere alla quota 100.

Il messaggio dell’Inps arriva dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto riguardante la quota 100 e il reddito di cittadinanza. Con questa misura viene fissato “il requisito contributivo per conseguire il diritto alla pensione anticipata a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne, per il periodo 2019-2026”. Il decreto prevede inoltre la proroga dell’Ape sociale e dell’Opzione donna. Durante una conferenza stampa alla Camera, in cui gli esponenti governativi leghisti hanno illustrato la quota 100, il sottosegretario Claudio Durigon aveva annunciato che da oggi è possibile “presentare la domanda per andare in pensione” con la nuova misura.

Come presentare domanda per quota 100

Il lavoratore che è in possesso delle credenziali di accesso al portale dell’Inps può compilare la domanda e inviarla in via telematica attraverso i servizi online presenti sul portale, nella sezione “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci”. Effettuando l’accesso e scegliendo l’opzione ‘nuova domanda’ nel menù di sinistra, bisogna selezionare in sequenza: “Per la pensione c.d. quota 100: ‘Pensione di anzianità/vecchiaia’ > ‘Pensione di anzianità/anticipata’ > ‘Requisito quota 100’; per la pensione anticipata: ‘Pensione di anzianità/vecchiaia’ > ‘Pensione di anzianità/anticipata’ > ‘Ordinaria’; per la pensione anticipata c.d. opzione donna: ‘Pensione di anzianità/vecchiaia’ > ‘Pensione di anzianità/anticipata’ > ‘Contributivo sperimentale lavoratrici’”.

Questa modalità di presentazione delle domande è utilizzabile dai lavoratori iscritti alle gestioni private, alle gestioni pubbliche e alle gestioni spettacolo e sport. E si può impiegare anche per chiedere, per accedere alla quota 100, il cumulo dei periodi assicurativi. La domanda può essere presentata anche attraverso i patronati o altri soggetti “abilitati alla intermediazione delle istanze di servizio all’Inps” o, ancora, utilizzando i servizi del contact center.