Anche per il pagamento delle pensioni del mese di luglio Poste italiane provvede a erogare gli assegni in anticipo, permettendo inoltre il ritiro agli sportelli sulla base di un calendario, permettendo così di evitare assembramenti negli uffici postali così come avvenuto nei mesi precedenti. Poste comunica che le pensioni di luglio verranno accreditate a partire da mercoledì 24 giugno per i titolari di un libretto di risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. Per i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o Postepay Evolution c’è la possibilità di prelevare in contanti dagli Atm Postamat, senza necessità di recarsi agli sportelli degli uffici postali. Chi, invece, non può evitare di ritirare la pensione in contanti agli uffici postali, si dovrà presentare agli sportelli seguendo un calendario appositamente predisposto, seguendo i turni sulla base dei cognomi.

Pensioni, il calendario per il ritiro alle Poste

Il calendario di Poste italiane prevede quindi una suddivisione sulla base delle iniziali del cognome. Ecco il calendario per il pagamento delle pensioni di luglio.

  • Dalla A alla B mercoledì 24 giugno
  • Dalla C alla D giovedì 25 giugno
  • Dalla E alla K venerdì 26 giugno
  • Dalla L alla O sabato 27 mattina
  • Dalla P alla R lunedì 29 giugno
  • Dalla S alla Z martedì 30 giugno

Nel caso in cui si voglia delegare una persona al ritiro della pensione, bisognerà comunque rispettare la leggera del cognome del pensionato e non quella del delegato. Il pagamento rimarrà a disposizione per 60 giorni oltre la data di riscossione prevista. La predisposizione del calendario serve per evitare assembramenti negli uffici postali. Allo stesso scopo i pensionati (o i delegati) vengono invitati a indossare le mascherine, mantenere la distanza di un metro e rispettare tutte le indicazioni di sicurezza.

Pensioni, per over 75 possibile chiedere consegna a domicilio

Per l’emergenza Coronavirus si prevede, anche per il mese di luglio, il pagamento delle pensioni a domicilio per i cittadini di almeno 75 anni d’età. Coloro i quali, tra questi pensionati, debbano ritirare la pensione in contanti e non possano delegare nessuno, possono chiedere di ricevere gratuitamente l’assegno in contanti al loro domicilio. Per farlo è possibile delegare al ritiro i carabinieri, rivolgendosi a Poste italiane attraverso il numero verde 800556670, oppure chiamando la stazione dei carabinieri più vicina.