23 Settembre 2020
19:22

Pensioni anticipate a ottobre: il calendario per il ritiro in contanti alle Poste

Anche per il mese di ottobre Poste italiane ha redatto un calendario con le date per il ritiro della pensione in contanti nei propri uffici. Una misura pensata durante l’emergenza Coronavirus per evitare assembramenti, garantendo il pagamento anticipato degli assegni previdenziali sulla base di un calendario che segue le iniziali dei cognomi dei diretti interessati.
A cura di Stefano Rizzuti

Anche per il mese di ottobre Poste italiane permetterà ai pensionati di ritirare in anticipo il loro assegno in contanti negli uffici postali. Una misura messa in campo durante l’emergenza Coronavirus per evitare affollamenti e assembramenti per chi deve andare a ritirare le pensioni. Per questo motivo Poste ha confermato che le pensioni del mese di ottobre verranno accreditate da venerdì 25 settembre per i titolari di un libretto di risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno invece prelevare la cifra di ottobre in contanti a partire dalla stessa data. Diverso il procedimento per coloro i quali devono ritirare la pensione in contanti agli sportelli degli uffici postali. Per loro è stato predisposto, così come nei mesi precedenti, un calendario per il ritiro della pensione.

Il calendario per ritirare la pensione di ottobre alle Poste

Chi non può evitare di andare agli uffici postali per ritirare le pensioni in contanti dovrà presentarsi rispettando la turnazione alfabetica prevista da un apposito calendario. Ecco le date:

Dalla A alla B: venerdì 25 settembre

Dalla C alla D: sabato mattina 26 settembre

Dalla E alla K: lunedì 28 settembre

Dalla L alla O: martedì 29 settembre

Dalla P alla R: mercoledì 30 settembre

Dalla S alla Z: giovedì 1 ottobre

Per i pensionati rimane la possibilità di delegare un’altra persona al ritiro dell’assegno, rispettando sempre il calendario e seguendo come indicazione il cognome del pensionato (e non del delegato).

Pensioni, consegna a domicilio per gli over 75

I pensionati con età superiore ai 75 anni che ritirano solitamente l’assegno agli uffici postali hanno la possibilità di farsi consegnare, nel caso in cui non abbiano già delegato qualcuno, l’assegno previdenziale direttamente a casa. Un’attività messa in campo per l’emergenza Coronavirus, con l’obiettivo di aiutare i soggetti più fragili. In questi casi i pensionati possono chiedere di farsi consegnare le somme in denaro al domicilio delegando al ritiro i carabinieri. Per chiedere la consegna a domicilio ci si deve rivolgere ai carabinieri, chiamando la stazione più vicina alla propria abitazione. Oppure si può effettuare la richiesta a Poste italiane attraverso il numero verde 800556670.

Pensioni Inps, pagamenti anticipati di dicembre 2021: il calendario per ritirarle in contanti alle Poste
Pensioni Inps, pagamenti anticipati di dicembre 2021: il calendario per ritirarle in contanti alle Poste
Come cambia il calendario delle terze dosi: si parte dal 22 novembre con gli over 40
Come cambia il calendario delle terze dosi: si parte dal 22 novembre con gli over 40
"Vivo da solo, non riesco a ritirare la pensione", due agenti aiutano l'anziano e lo accompagnano
"Vivo da solo, non riesco a ritirare la pensione", due agenti aiutano l'anziano e lo accompagnano
724 di Cronaca
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni