23 Novembre 2020
17:42

Pensioni, a dicembre la tredicesima e il bonus aggiuntivo: cosa sono e quando arrivano

A partire dal 25 novembre verranno erogate le pensioni di dicembre, che includono anche la tredicesima e, in alcuni casi (per chi riceve il trattamento minimo), il cosiddetto bonus tredicesima. Andiamo a vedere come funzionano entrambi i meccanismi, a quanto ammontano e quando verranno erogati.
A cura di Stefano Rizzuti

A partire dal 25 novembre arriveranno le pensioni di dicembre. Comprensive della tredicesima. Con pagamento anticipato per chi riceve l’assegno mensile alle Poste. Proprio dal 25 novembre le somme verranno accreditate per i titolari di un libretto di risparmio, di un conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta libretto o di Postepay Evolution potranno prevalere i contati nei 7mila Postamat senza necessità di andare allo sportello. Chi, invece, ritira la pensione in contanti può farlo seguendo il calendario predisposto appositamente da Inps e Poste italiane, un meccanismo che viene applicato per evitare assembramenti negli uffici postali. A dicembre oltre alla normale pensione arrivano anche la tredicesima e il bonus tredicesima, che riguarda però solo chi riceve il trattamento minimo.

Come si calcola la tredicesima sulle pensioni

La tredicesima è una mensilità aggiuntiva riconosciuta a dicembre per i pensionati (così come per i lavoratori dipendenti). Per calcolarla è necessario sapere quanti sono i mesi durante i quali i pensionati hanno ricevuto l’assegno previdenziale. La somma, infatti, dipende dal numero di assegni ricevuti durante l’anno. Se la pensione è stata ricevuta da gennaio, la cosiddetta gratifica natalizia viene calcolata su 12 mensilità, con una conseguente tredicesima piena. Se, invece, la pensione è stata percepita per meno mesi, allora il calcolo si effettua solo su quelli e la cifra scende.

Pensioni, cos’è e a chi va il bonus tredicesima

Alcuni pensionati riceveranno di più, grazie al bonus tredicesima, introdotto dalla legge di Bilancio 2021. Una somma aggiuntiva – rivalutata ogni anno dall’Istat – che va ai titolari dell’assegno sociale. La maggiorazione sulla pensione di fine anno riguarda solamente i pensionati che ricevono l’assegno minimo. Il bonus tredicesima corrisponde a 154,94 euro per chi riceve una pensione fino a 6.695,91 euro. Se il pensionato ha anche altri redditi, questa soglia cresce. Si arriva a 10.043,87 euro complessivi o 20.087,73 euro se si include anche il reddito del coniuge. Oltre questi limiti, quindi, il bonus tredicesima non viene erogato.

Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni