Anche per il mese di dicembre il pagamento delle pensioni avverrà in anticipo. Una misura prevista da mesi per l’emergenza Coronavirus e che permette a chi deve ritirare l’assegno previdenziale in contanti agli uffici postali di evitare assembramenti e ridurre i rischi di contagio. Per il ritiro delle pensioni alle Poste è stato predisposto, come già avvenuto per gli scorsi mesi, un calendario che è stato comunicato dall’Inps. Il ritiro delle pensioni partirà mercoledì 25 novembre e, seguendo poi il calendario, si arriverà fino al primo dicembre. Si potranno ritirare in anticipo rispetto alle normali scadenze i trattamenti pensionistici, gli assegni, le pensioni e le indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili.

Il calendario per ritirare le pensioni a dicembre

Per il ritiro delle pensioni alle Poste bisognerà seguire un calendario che è stato redatto sulla base della lettera iniziale del cognome dei titolari delle prestazioni. Nel caso in cui i pensionati decidano di delegare altre persone per il ritiro della pensione, bisognerà sempre rispettare il calendario considerando l’iniziale del cognome del pensionato e non quella del delegato. Ecco il calendario per il ritiro delle pensioni di dicembre negli uffici postali:

Dalla A alla B: mercoledì 25 novembre

Dalla C alla D: giovedì 26 novembre

Dalla E alla K: venerdì 27 novembre

Dalla L alla O: sabato 28 novembre

Dalla P alla R: lunedì 30 novembre

Dalla S alla Z: martedì 1 dicembre

Pensioni, la consegna a domicilio per gli over 75

Come già avvenuto negli scorsi mesi e sempre per motivazioni legate all’emergenza Coronavirus, per gli over 75 c’è la possibilità di farsi consegnare la somma spettante della pensione direttamente al proprio domicilio. Questa possibilità è prevista solamente per quei pensionati che non hanno già delegato qualcuno al ritiro dell’assegno. Lo scopo è quello di tutelare maggiormente i soggetti più fragili e, quindi, considerati più a rischio a causa della loro età. Per chiedere la consegna a domicilio è possibile rivolgersi o a Poste italiane, attraverso il numero verde 800556670, o alla più vicina stazione di carabinieri. A consegnare a domicilio la pensione, infatti, saranno proprio i carabinieri.