Dal 18 dicembre 2019 partirà il Bonus Tv. Un'agevolazione per l’acquisto di tv e decoder per la ricezione dei programmi televisivi sulla base dei nuovi standard di trasmissione DVBT-2/HEVC che saranno operativi dal 2022. Il valore del bonus può arrivare fino a 50 euro che gli utenti potranno impiegare per acquistare nuovi televisori o i decoder per adeguare i vecchi dispositivi. Il bonus partirà il 18 dicembre, ma non c’è fretta: si potrà sfruttare fino al 31 dicembre 2022.

Il Bonus Tv è rivolto alle famiglie con un reddito Isee inferiore ai 20mila euro. Anche se si parla di un possibile allargamento (e quindi della possibilità che rientrino anche nuclei con redditi più elevati), che potrebbe essere introdotto attraverso il dibattito parlamentare sulla manovra. Lo stanziamento finora previsto per il triennio è di 150 milioni. Nelle prossime settimane dovrebbe partire una campagna di comunicazione che comprenderà anche alcuni spot istituzionali per informare i cittadini sull’esistenza del bonus e sui tempi e le modalità per usufruirne. Intanto tutte le informazioni sono riportate anche sul sito del ministero dello Sviluppo economico.

Come funzionerà il Bonus Tv per i cittadini

Il Bonus Tv viene erogato sotto forma di sconto sul prezzo del prodotto acquistato: ad applicare lo sconto è il venditore. Per accedere al bonus, i cittadini dovranno presentare una richiesta al venditore per l’acquisto di tv o decoder e devono dichiarare di appartenere a un nucleo familiare con un Isee inferiore a 20mila euro e garantire anche non ci siano altri componenti dello stesso nucleo che abbiano usufruito del bonus. Il ministero metterà a disposizione dei cittadini la lista dei prodotti che rientrano tra quelli il cui acquisto permetterà di accedere al bonus.

Come richiedere il Bonus Tv

Il ministero ha messo a disposizione dei cittadini un fac-simile da utilizzare per richiedere il bonus (qui il fac-simile scaricabile). Su questo modulo gli utenti devono riportare i loro dati anagrafici e di residenza e devono dichiarare di voler accedere al contributo. Inoltre, devono dichiarare di avere un Isee inferiore a 20mila euro e di non avere altre persone all’interno della stessa famiglia che hanno già usufruito del bonus. È necessario allegare una copia del documento di identità valido. Per chi dichiara il falso il bonus viene revocato e sono previste sanzioni corrispondenti alle multe comminate in caso di dichiarazioni false.

Bonus Tv, come funziona per i venditori

I venditori che operano in Italia, anche nel caso di commercio elettronico, possono aderire registrandosi a partire dal 3 dicembre 2019 sulla piattaforma telematica che verrà predisposta dall’Agenzia delle Entrate. Sarà inoltre disponibile un vademecum che fornirà le istruzioni sulle procedure da seguire per la vendita dei prodotti su cui viene applicato il bonus. Per i venditori dei Paesi dell’Ue diversi dall’Italia sarà invece prevista una procedura di adesione diversa: verrà resa nota nei prossimi giorni.

Come funziona il Bonus Tv per i produttori

A partire dai prossimi giorni e per tutto il triennio, i produttori di tv e decoder dovranno comunicare al ministero i prodotti con le caratteristiche tecniche richieste per usufruire del bonus. Le comunicazioni, che avvengono sotto la diretta responsabilità dei produttori, riguardano quindi i prodotti che devono avere alcune specifiche caratteristiche previste dal decreto interministeriale. La registrazione dei prodotti deve avvenire tramite un portale dedicato che verrà messo online nei prossimi giorni. Per produttori, consumatori e venditori è stato anche predisposto un apposito indirizzo mail a cui inviare ulteriori richieste: bonustv-decoder@mise.gov.it.