13 Ottobre 2022
15:07

Da transizione ecologica a decluttering e catcalling, il nuovo Zingarelli accoglie 1000 nuovi lemmi

Il vocabolario Zingarelli del 2023 vedrà l’introduzione di 100 lemmi con particolare attenzione a temi di sostenibilità, sociali e che hanno a che fare con stili di vita.
A cura di Redazione Cultura

Se gli anni precedenti la lingua italiana aveva normalizzato termini molto tecnici che avevano a che fare molto anche con la pandemia, quest'anno lo Zingarelli ha annunciato un cambiamento nell'aggiornamento della versione digitale del vocabolario della lingua italiana. Si è passati, quindi, da termini come "termoscanner" e "ossimetro", "zooantroponosi" e "salto di specie", ma anche quelli con prefisso "no", come no-vax e no mask a termini che rappresentano "un movimento, un cambiamento verso posizioni meno nette, come indicato per esempio dal crescente uso di ni- con valore di prefisso (sul modello di no) con il significato di ‘atteggiamento incerto’ rispetto a scelte che dividono i favorevoli e i contrari (ni Tav; ni vax)" come si legge nel comuniato Zanichelli, che edita il vocabolario.

Ma tra i nuovi lemmi del vocabolario ci sono anche parole ed espressioni come "apprendimento ibrido", "transizione ecologica", "adultizzare" e "piedibus". Sono sempre più i riferimenti verso un mondo più sostenibile come, per esempio, "Transazione ecologica" – che indica, tra le altre cose, il processo di innovazione tecnologica che prevede la sostituzione delle fonti energetiche fossili con quelle rinnovabili -, ma ci sono anche "agricoltura di precisione", "biohotel" ed "ecostazione", mentre "altri neologismi parlano del cambiamento di modelli e atteggiamenti – si legge nella nota della Zanichelli -, come l’aggettivo bioispirato, che indica ciò che è realizzato sul modello di forme o sistemi viventi (un profilo aerodinamico bioispirato al volo degli uccelli) o piedibus, il servizio di accompagnamento a scuola a piedi di più bambini da parte di adulti secondo un percorso prestabilito".

Il vocabolario registra anche i cambiamenti del linguaggio che hanno a che fare con stili di vita più essenziali come "decluttering", ovvero l’eliminazione del superfluo, anche in senso figurato, e il "decumulo", oppure parole come "metaverso" e "apprendimento ibrido", oltre a un'attenzione maggiore anche verso i temi sociali per cui il linguaggio diventa sempre più importante. E per questo motivo si aggiungono "abilismo", termine che indica il riconoscere valore solo a chi è abile, con conseguente atteggiamento discriminatorio nei confronti delle persone disabili, "fat shaming", cioè la derisione di una persona per il suo peso considerato eccessivo, "adultizzare", che significa far sembrare o trattare da adulto chi adulto non è o "catcalling", che denota una molestia verbale nei confronti di una donna. La lingua, insomma, si modifica con la vita di ogni giorno e con l'uso – e la sua frequenza – che se ne fa, e gli adattamenti dei vocabolari ne sono l'esempio più plastico.

Caro energia, gli Uffizi aumentano il biglietto, Sangiuliano:
Caro energia, gli Uffizi aumentano il biglietto, Sangiuliano: "Giusto adeguarsi agli standard europei"
Scoperto un centro rituale romano di 4.000 anni fa in Inghilterra
Scoperto un centro rituale romano di 4.000 anni fa in Inghilterra
Morto Marco Tropea, l'editore e traduttore aveva 80 anni
Morto Marco Tropea, l'editore e traduttore aveva 80 anni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni