Dopo una sosta nell’area di servizio, durante il tragitto in autostrada, ha ripreso normalmente il viaggio con la sua auto ma invece di proseguire verso nord dove era diretto ha sbagliato corsia e si è immesso lungo la carreggiata in senso opposto alla marcia, proseguendo per chilometri durante i quali ha  generato panico, rischiando anche di fare un incidente catastrofico. È quanto accaduto nella prima mattinata di domenica scorsa sull'autostrada A14 nel tratto compreso tra i caselli di Pesaro e Fano. Protagonista dell'incredibile vicenda una anziano automobilista di 71 anni, fermato poi dalla polizia non senza pericoli.

Dopo essere stati avvertiti dagli altri automobilisti di passaggio, infatti, gli agenti hanno cercato di bloccare il maldestro automobilista che però, senza neanche frenare, è andato a sbattere contro la volante. Un impatto notevole che ha causato ferite ai due agenti della pattuglia della polizia stradale ma che ha lasciato illeso il 71enne. Fortunatamente nessuno si è fatto male in maniera seria anche se l'anziano ormai dovrà dire addio alla patente.

L'allarme era scattato intorno alle sei. Gli agenti che si trovavano in zona sono intervenuti tempestivamente, hanno lampeggiano a raffica, ma l’uomo ha proseguito come se nulla fosse. A questo punto hanno dovuto frapporsi all'uomo con la loro auto mandando  sbattere la vettura del 71enne. Quando è sceso dalla vettura quest'ultimo era illeso ma in totale stato confusionale. "Avevo bisogno del bagno dell'area di servizio" si è limitato a dire agli agenti, confermando la ricostruzione fatta dalla polizia.