28 Aprile 2018
15:31

Vicenza, annuncio funebre con la foto di Benito Mussolini

All’esterno della chiesa del cimitero Maggiore di Vicenza verrà recitato un rosario per Mussolini e per “tutti i Camerati Caduti per L’Onore d’Italia”.
A cura di Danilo Massa
L’annuncio sul Giornale di Vicenza.
L’annuncio sul Giornale di Vicenza.

Settantatré anni fa, il 28 aprile 1945, Benito Mussolini veniva ucciso con Claretta Petacci a Giulino di Tremezzina, in provincia di Como. Un giorno dopo l'esecuzione del fondatore del Fascismo, viene firmata la Resa di Caserta, che pone formalmente fine alla guerra civile italiana, ma fascismo e antifascismo continueranno ad essere dibattito politico nei decenni a venire. Dalla pignatta a forma di Mussolini a testa in giù, che a Macerata regala caramelle a chi colpisce il fantoccio del duce, a una più compita messa, organizzata nell'anniversario della morte da RNCR RSI.

L'associazione post-fascista, come ogni anno ha pubblicato, tra le pagine degli annunci funebri del Giornale di Vicenza del 27 aprile 2018, un avviso in cui è presente la foto del duce, la didascalia "Sua Eccellenza Cav. Benito Mussolini" e la scritta: "Continuità Ideale lo ricorderà domani alle ore 19 assieme a tutti i Camerati Caduti per L'Onore d'Italia con un S. Rosario recitato da Padre Floriano Abrahamowicz nell'area esterna antistante la chiesa del cimitero Maggiore di Vicenza".

“Ti cavo gli occhi”, le violenze di Zlatan Vasiljevic, l'uomo che ha ucciso l'ex e la compagna a Vicenza
“Ti cavo gli occhi”, le violenze di Zlatan Vasiljevic, l'uomo che ha ucciso l'ex e la compagna a Vicenza
Femminicidi Vicenza, fratello dell’ex moglie: “Diceva ‘vi uccido, vi taglio a pezzi’, ma era libero”
Femminicidi Vicenza, fratello dell’ex moglie: “Diceva ‘vi uccido, vi taglio a pezzi’, ma era libero”
Vicenza, 42enne uccisa in strada a colpi di pistola dall'ex compagno: il killer fugge in auto
Vicenza, 42enne uccisa in strada a colpi di pistola dall'ex compagno: il killer fugge in auto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni