815 CONDIVISIONI
29 Agosto 2021
16:58

Un migrante è morto folgorato sul tetto di un treno a Ventimiglia, cercava di andare in Francia

Un migrante è morto folgorato dalla corrente a tremila volt sul tetto di un treno che andava in Francia, su cui era salito probabilmente alla stazione di Ventimiglia. Sono intervenuti subito i vigili del fuoco e la Polfer, ma non c’è stato nulla da fare. Una volta recuperato il corpo non hanno potuto far altro che constatare il decesso.
A cura di Tommaso Coluzzi
815 CONDIVISIONI

Morire folgorato sul tetto di un treno, per attraversare un confine. È successo oggi in tarda mattinata, ma ancora non si sa chi sia il protagonista della tragedia. Il fatto è successo a Ventimiglia, in una zona di confine che da anni è centrale nei flussi migratori. Si trattava, secondo quanto emerge dalle prime indiscrezioni, proprio di un migrante, che stava provando ad andare in Francia. Ma non ce l'ha fatta. La polizia spiega che questa mattina, intorno alle 11:30, una persona è salita sul tetto di un treno della Société nationale des Chemins de fer français (Snfc), probabilmente alla stazione di Ventimiglia.

L'uomo – secondo quanto si apprende – è rimasto folgorato per la vicinanza con la linea elettrica a 3mila volt. Il treno si è fermato nell'ultima galleria del tratto di Ventimiglia, a pochissimi chilometri da Menton-Garavan, la prima stazione dopo il confine francese. I vigili del fuoco hanno recuperato il corpo in una galleria in località Teglia, dove si era fermato il treno. Insieme a loro è intervenuta anche la Polfer, arrivata insieme al sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, che si è detto "immensamente dispiaciuto per questa tragedia" e ha chiesto la presenza fissa di personale a Rfi per controllare tutti i treni in partenza ed evitare ulteriori tragedie.

Il confine tra Italia e Francia a Ventimiglia è da tempo uno dei punti da cui i migranti arrivati in Italia dall'Africa, cercano di proseguire il loro viaggio in Europa. Spesso, infatti, chi arriva nel Sud del nostro Paese non ha nessun interesse a restare, ma cerca di andare verso Nord, soprattutto in Francia. A volte per raggiungere la propria famiglia o i propri amici, a volte per una questione semplicemente linguistica. Dopo l'intervento dei vigili del fuoco, una volta recuperato il corpo, il medico legale non ha potuto far altro che constatare il decesso. La circolazione dei treni è ripresa poco dopo, come se nulla fosse successo.

815 CONDIVISIONI
Mesagne, crolla il tetto di una palazzina mentre sta lavorando: morto sul colpo Benito Branca
Mesagne, crolla il tetto di una palazzina mentre sta lavorando: morto sul colpo Benito Branca
È inutile costruire muri per difendere l'Europa, per fortuna niente può fermare le migrazioni
È inutile costruire muri per difendere l'Europa, per fortuna niente può fermare le migrazioni
Cade dall'impalcatura e precipita per 10 metri: operaio muore nel cantiere a Reggio Emilia
Cade dall'impalcatura e precipita per 10 metri: operaio muore nel cantiere a Reggio Emilia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni