28 Marzo 2013
17:59

Un’italiana all’Opera di Parigi: Eleonora Abbagnato diventa “danseuse etoile”

La danzatrice palermitana ha ottenuto ieri, all’Opera di Parigi, il prestigioso riconoscimento di “danseuse etoile”, a testimonianza del suo grande talento e di una vita dedicata alla danza classica.
A cura di Luca Iavarone
Immagine

Parigi, 28 marzo – Eleonora Abbagnato è stata nominata "Etoile" dell'Opera di Parigi, prima volta per una danzatrice italiana nella storia di Palais Garnier e massimo grado di riconoscimento per un ballerino classico. La nomina le è stata annunciata in scena ieri sera –come vuole la tradizione- al termine della rappresentazione della "Carmen" di Roland Petit, in cui Eleonora interpretava la bella sigaraia di Siviglia.

Tale riconoscimento le è stato conferito su proposta di Brigitte Lefevre, direttrice del balletto dell'Opera, e Nicolas Joel, direttore dell'Opera National de Paris. Più di quindici minuti di applausi e standing ovation per la danzatrice palermitana. Tra il pubblico ad applaudirla anche i suoi genitori e il marito Federico Balzaretti, difensore della Roma, giunti a Parigi per l’occasione.

Nata a Palermo nel 1978, Eleonora Abbagnato a 13 anni viene ammessa come borsista all’ Ecole de Danse dell’ Opera di Parigi e a 18, conseguito il diploma, entra a far parte del corpo di ballo dell’ Opera, dove fa una rapida carriera, fino ad ottenere la prestigiosa nomina.

Tra le sue attività ricordiamo l’impegno a favore dei “bambini farfalla”, per i quali –a scopo benefico- ha posato per una serie di scatti fotografici ed è stata madrina della serata tenutasi a Roma nel dicembre 2009 a loro dedicata. È, inoltre, autrice del libro autobiografico “Un angelo in punta di piedi”.

L’ Etoile si esibirà il 12 e il 14 aprile al Teatro dell’Opera di Roma nello spettacolo “In the night” con coreografie di Jerome Robbins e musiche di Frederic Chopin e in estate riprenderà ad esibirsi nella “Carmen” di Roland Petit nello splendido scenario delle Terme di Caracalla.

È Livio Fassinotti il turista italiano investito e ucciso durante una tappa del rally Parigi-Dakar
È Livio Fassinotti il turista italiano investito e ucciso durante una tappa del rally Parigi-Dakar
Caro energia, gli Uffizi aumentano il biglietto, Sangiuliano:
Caro energia, gli Uffizi aumentano il biglietto, Sangiuliano: "Giusto adeguarsi agli standard europei"
L'Ucraina denuncia 553 siti culturali danneggiati dall’inizio della guerra
L'Ucraina denuncia 553 siti culturali danneggiati dall’inizio della guerra
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni