149 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Uccide un 26enne a coltellate a Catania e scappa, arrestato in stazione a Milano: “Fuggiva in Francia”

Un 36enne senza fissa dimora è stato arrestato a Milano mentre tentava di salire sul treno per Ventimiglia. L’uomo è accusato di aver ucciso a coltellate un amico 26enne a Paternò, in provincia di Catania.
A cura di Gabriella Mazzeo
149 CONDIVISIONI
Immagine

Un 36enne è stato bloccato al binario 20 della stazione Centrale di Milano dalle forze dell'ordine che gli hanno impedito di salire sul treno delle 9.10 diretto a Ventimiglia. Il 36enne senza fissa dimora aveva attraversato tutta Italia in 48 ore dopo aver abbandonato senza vita un amico 26enne con il quale aveva litigato. L'uomo era in fuga da domenica, quando a Paternò, in provincia di Catania, si era allontanato da un'area di servizio di via Verga dopo aver discusso con il 26enne. Il giovane è stato trovato morto sull'asfalto e secondo quanto reso noto, sarebbe stato ucciso a coltellate.

A ucciderlo, stando a quanto sostiene l'accusa, sarebbe stato proprio il 36enne che è stato poi fermato alla stazione Centrale di Milano, poco prima di partire per Ventimiglia. I carabinieri di Milano sono stati allertati dai colleghi catanesi che ora indagano per omicidio. Il sospettato è stato rintracciato grazie al cellulare che aveva agganciato una cella telefonica nel capoluogo lombardo, rivelando così alle forze dell'ordine la posizione. Pochi istanti dopo aver agganciato la cella lombarda, il telefono è stato spento. I militari sono però riusciti a rintracciare il 36enne in stazione, poco prima che salisse sul treno Intercity per Ventimiglia.

Il 36enne non era mai stato fotosegnalato e lavorava in Sicilia come bracciante agricolo. Gli inquirenti ora sono al lavoro per capire la dinamica dell'omicidio avvenuto verosimilmente nel pomeriggio di domenica e il movente dietro il delitto. Stando alle prime informazioni, i due avrebbero avuto una feroce discussione poi sfociata in una colluttazione. La lite è finita poi a coltellate, con il 26enne che ha avuto la peggio e che si è accasciato sull'asfalto in una pozza di sangue. A quel punto, il 36enne ha lasciato la Sicilia per raggiungere la stazione Centrale di Milano e poi fuggire all'estero.

149 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views