"Riguardo l'operazione ‘Triade Sicura', che oltre me vede indagate altre 71 persone con una serie di sinistri stradali, attualmente non sono a conoscenza degli atti di indagine avendo saputo solo il titolo di reato per il quale si sta procedendo. Io sono rimasto coinvolto un anno fa in un brutto incidente stradale nel quale ho rischiato la vita. Confido di poter chiarire il prima possibile la mia posizione ma, al momento, devo ancora ricostruire i fatti e recuperare i documenti relativi al risarcimento del danno derivante da quel sinistro. Ho piena fiducia nella Magistratura e valuterò con il mio Avvocato le iniziative da intraprendere a tutela della mia persona. Al momento posso solo dichiarare la mia estraneità a qualsiasi fatto di natura illecita, avendo sempre agito nel pieno rispetto della Legge". Il cantautore Enrico Nigiotti ha utilizzato i suoi profili social per commentare la notizia emersa oggi di una operazione dei carabinieri di Livorno che ha portato a dieci arresti per truffe alle assicurazioni e a decine di indagati. Nigiotti ricorda l’incidente in cui è rimasto coinvolto un anno fa e in cui dice di aver rischiato la vita e si dice estraneo a qualsiasi fatto di natura illecita.

Frode alle assicurazioni, il cantante Nigiotti tra gli indagati

Il trentatreenne cantautore livornese, che ha partecipato a X Factor, Amici e al Festival di Sanremo, risulta tra le persone indagate dalla Procura di Livorno per presunta frode alle assicurazioni. Nigiotti sarebbe coinvolto in uno dei casi contestati all’organizzazione finita nel mirino degli inquirenti. A quanto emerso finora, la Procura gli contesterebbe il reato di "fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona" per aver presumibilmente accettato di falsificare o modificare in concorso con altre persone la documentazione sanitaria di un incidente stradale, facendo pagare all'assicurazione un risarcimento più alto del dovuto.