Una lite tra ex vicini di casa è finita in tragedia a Villorba, nella provincia di Treviso. Un uomo di 80 anni ha perso la vita. Si tratta di Giovanni Cagno, noto ex commerciante del posto. Secondo quanto ricostruito, tutto è iniziato a causa di una automobile parcheggiata male. L’anziano era stato ricoverato giovedì mattina al Ca’ Foncello di Treviso in seguito a una caduta. A spingerlo, secondo quanto ricostruito finora, sarebbe stato un suo ex vicino di casa di 40 anni. Sul caso stanno indagando i carabinieri, coordinati dal pubblico ministero Anna Andreatta che ha disposto l’autopsia sull’anziano deceduto per capire se ad ucciderlo sia stato proprio il trauma procurato dalla caduta. Il fascicolo aperto con l’ipotesi d’accusa di lesioni personali potrebbe cambiare con quella di omicidio preterintenzionale.

La ricostruzione dell'incidente davanti casa della vittima – Tutto, secondo quanto ricostruito dai quotidiani locali, ha avuto inizio giovedì mattina quando il 40enne, in visita da alcuni parenti, è arrivato con l'auto nei pressi della casa della vittima, dove lui stesso ha vissuto per alcuni anni. Nella stradina c'era un furgoncino con degli operai che stavano scaricando del materiale da installare nella casa di Gagno. Gli operai, secondo la ricostruzione, si sono spostati per farlo passare ma, secondo alcune testimonianze, non hanno poi potuto riportare il furgoncino davanti alla casa di Gagno perché l'ex vicino aveva parcheggiato male la sua macchina. È a quel punto che sono intervenuti Gagno e la moglie, usciti dalla propria abitazione. Inizialmente la donna avrebbe iniziato a discutere con l'ex vicino di casa, che avrebbe spinto la signora a terra e poi anche il marito, intervenuto per difenderla. L'ex commerciante cadendo ha sbattuto violentemente la testa a terra. La situazione è apparsa subito molto grave: arrivati i soccorsi sul posto, l'uomo è stato trasportato in ambulanza al Ca' Foncello di Treviso, dove purtroppo però dopo alcune ore è deceduto.