Una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 è stata registrata alle 12:10 di oggi, venerdì 3 gennaio, nel mar Tirreno Meridionale, a largo tra Calabria e Sicilia dove il sisma è stato avvertito lievemente. L'epicentro, infatti, secondo quanto riferisce l'Ingv, si trova a metà tra le Isole Eolie e la costa occidentale della Calabria. Il terremoto, di probabile origine vulcanica, è avvenuto al di sotto della zona d'azione del Marsili, il vulcano sottomarino situato nel Tirreno Meridionale e appartenente all'arco insulare delle Eolie. Tuttavia, la profondità dell'ipocentro è stata stimata in circa 145 chilometri. Per questo la scossa, localizzata a circa 30 chilometri da Messina e a circa 25-30 km dalle coste di Stromboli, Panarea, Lipari e 40 dalle coste del reggino, non è stata avvertita distintamente dalla popolazione. Non si hanno neppure al momento notizie di danni a cose o persone.

Sempre nella zona di Messina ieri sera, poco dopo la mezzanotte, c’è stata un'altra scossa di magnitudo pari a 2.7 gradi sulla scala Richter con epicentro a Terme Vigliatore. Cerami, Mistretta, Castel di Lucio e Nicosia, sono stati i comuni interessati dal movimento tellurico, che comunque non ha provocato danni o feriti.