La terra trema in Piemonte. Una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 è stata registrata alle 6:22 di domenica mattina, 19 gennaio. L’epicentro è stato localizzato tra le province di Cuneo e Asti. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il terremoto di domenica mattina ha avuto ipocentro a 12 chilometri di profondità ed epicentro tra Neive (Cuneo) e Coazzolo (Asti). Al momento non si segnalano danni a persone o cose.

I comuni nelle province di Cuneo e Asti più vicine all'epicentro – Barbaresco, Neviglie, Treiso, Trezzo Tinella, Alba, Mango, Guarene, Castagnole delle Lanze, Magliano Alfieri, Castagnito, Castiglione Tinella, Camo, Castellinaldo d’Alba, Priocca, Diano d’Alba, Cossano Belbo la lista dei Comuni tra le province di Cuneo e Asti entro i dieci chilometri dall’epicentro.

Le segnalazioni sui social – La scossa di terremoto, stando anche alle segnalazioni apparse sui social, è stata avvertita dalla popolazione. Il sisma ha svegliato i piemontesi questa domenica.

Seconda scossa di terremoto in Piemonte alle 8.59

Una seconda scossa di terremoto di magnitudo 2.6 si è verificata un munito prima delle 9 di domenica mattina sempre in Piemonte, questa volta nell'Alessandrino. Il nuovo evento è stato localizzato alle 8:59 dalla Sala sismica dell'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Roma. Il terremoto è stato avvertito in una zona a quattro chilometri ad est di Borghetto di Borbera, nella provincia di Alessandria. Secondo quanto riferito dal Comando provinciale dei vigili del fuoco e dalla Compagnia Carabinieri di Novi Ligure, nessuna chiamata è arrivata ai centralini e neppure la Protezione Civile ha raccolto segnalazioni di danni a cose o persone.