255 CONDIVISIONI
30 Ottobre 2017
07:42

Roghi in Piemonte, il fuoco minaccia centri abitati e case: oltre mille evacuati

Continua l’emergenza e il lavoro dei vigili del fuoco in Piemonte dove ormai le fiamme hanno distrutto migliaia di ettari e ora minacciano anche centri abitati e case. Sui fronti dei roghi impegnati centinaia di soccorritori e Canadair giunti anche dalla Croazia.
A cura di Antonio Palma
255 CONDIVISIONI

È ormai emergenza generale in Piemonte dove da giorni  boschi e montagne sono in preda a vastissimi incendi che hanno distrutto migliaia di ettari e ora minacciano anche centri abitati e case. Secondo i soccorritori di protezione civile e vigili del fuoco, sarebbero almeno undici i roghi attivi in varie zone della regione in alcuni casi con ampi fronti di fiamme che in alcune momenti sono arrivate ad un'altezza di oltre 70 metri. Le aree più colpite son quelle del Torinese e del Cuneese, in particolare la Valle di Susa  dove la situazione è decisamente critica. Nonostante il durissimo lavoro dei vigili del fuoco, le fiamme infatti si sono avvicinate pericolosamente ad alcuni centri costringendo le autorità a ordinare l'evacuazione delle case. Sono un migliaio circa gli sfollati fatti allontanare per precauzione da case ed edifici.

Nel pomeriggio di domenica a Susa è stata ordinata l'evacuazione completa di una casa di riposo per anziani con circa 180 ospiti. Sempre in Val Susa tutti sgomberati anche i 650 abitanti del comune di Mompantero, composto da diverse frazioni ai piedi del monte Rocciamelone. Anche a Susa evacuate alcune frazioni più vicine agli incendi. Nelle ultime ore infatti il forte vento ha alzato un fumo nerissimo e denso sull'area impedendo ad aerei ed elicotteri di volare, dando nuovo vigore al fronte del fiamme e riaccendendo focolai che sembravano essere sotto controllo. Frazioni evacuate anche in Valle Stura di Demonte, nel Cuneese, dove l'incendio viene contenuto con il supporto di tre elicotteri.

A Susa intanto  allestito anche un centro di accoglienza nell'istituto delle suore Beato Rosas dove la Croce rossa e tutti i volontari stanno fornendo supporto agli sfollati. Durante i numerosi interventi, 8 vigili del fuoco sono rimasti intossicati proprio dal fumo e sono stati accompagnati in ospedale, ma le loro condizioni fortunatamente non destano preoccupazione. Sempre a causa degli incendi anche l'autostrada per il Frejus è stata chiusa nel tratto tra Oulx e Chianocco perché un rogo sta lambendo la carreggiata.

"Il ministro Minniti ci ha garantito che tutti i Canadair operativi sono impegnati per il Piemonte. La copertura finanziaria per intervenire nei soccorsi è garantita e la Regione è vicina ai territori colpiti da questa emergenza", ha spiegato il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, dopo le polemiche per i mancati interventi aerei. Intanto due Canadair sono giunti in zona anche dalla Croazia nell'ambito del Meccanismo europeo di protezione civile. Intanto i roghi si sono diffusi anche in Lombardia dove sarebbero almeno quattro i fronti attivi in diverse province.

255 CONDIVISIONI
Grossa frana sull'Appennino bolognese, famiglie evacuate e case distrutte a Monterenzio
Grossa frana sull'Appennino bolognese, famiglie evacuate e case distrutte a Monterenzio
Due per mille, dagli italiani oltre 20 milioni ai partiti: di questi oltre 7 donati al Pd, 3 a FdI
Due per mille, dagli italiani oltre 20 milioni ai partiti: di questi oltre 7 donati al Pd, 3 a FdI
Brucia il Cile, oltre 200 incendi nella parte centrale del Paese
Brucia il Cile, oltre 200 incendi nella parte centrale del Paese
0 di askanews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni