Il Ministero della Salute ha lanciato una nuova allerta alimentare, pubblicando un avviso di richiamo per un lotto di panna cotta al creme caramel UHT a marchio Crai Secom Spa per rischio microbiologico. L'annuncio è apparso ieri, giovedì 10 ottobre, sul sito internet ufficiale del Dicastero. La decisione, secondo gli esperti, si è resa necessaria a causa della presenza di alterazione organolettica, con odore acre e sapore amaro, causata da elevato tenore di carica microbica mesofila. I lotti interessati sono quelli con data di scadenza fissata al 31 gennaio 2020, al 29 febbraio 2020 e al 19 marzo 2020, prodotti da ALINOR SpA nell'impianto di Ripalta Cremasca, in provincia di Cremona, in via Vittorio veneto 1/C, e distribuiti nelle confezioni da 200 grammi (2X100 g). Il Ministero consiglia di "ritirare il prodotto dallo scaffale ed affiggere la locandina allegata per informare il consumatore".

Come spiega l'avviso di richiamo, che risale in realtà al 9 ottobre scorso ma è stato reso noto solo ieri dal Ministero, il ritiro si è reso necessario a causa della presenza di alterazione organolettica causata da elevato tenore di carica microbica mesofila, dicitura con la quale si indica la presenza di batteri lattici mesofili, rilevati nel corso delle analisi microbiologiche. Chi avesse già acquistato l'alimento, evidenzia anche Giovanni D'agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non deve consumarlo ma restituire il prodotto nel punto vendita di acquisto che si incaricherà di ritirarlo per conto del produttore. Si ricorda, inoltre, che l'autorità, in questo caso il Ministero della Salute, può anche stabilire la revoca del ritiro e del richiamo dei prodotti.