Un commento sgradevole espresso sotto una foto postata sul social network Tik Tok e il risultato è stata una rappresaglia messa in atto da quattro donne (tra cui anche la ragazza che aveva pubblicato lo scatto). Per questo motivo i carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania hanno denunciato quattro donne catanesi, la madre e le tre figlie (47, 28, 26 e 24 anni), poiché ritenute responsabili di lesioni personali e danneggiamento in concorso. Un vero e proprio raid punitivo nei confronti di una 39enne abitante al Villaggio Sant’Agata; era stata quest'ultima a postare il commento (il cui testo "incriminato" non è stato rivelato dalle autorità competenti).

Il raid punitivo a Catania

Le donne, armate di mazza da baseball, sono partite dal quartiere Librino nel comune etneo per raggiungere l’abitazione dell'autrice del commento di troppo sull'ormai celebre social network dove, dopo averle danneggiato a colpi di mazza l’autovettura parcheggiata dinanzi l’immobile, hanno iniziato a lanciare sassi contro la veranda della poveretta la quale, scesa in strada insieme alla madre, è stata anche malmenata dalle quattro. L'aggressione è stata interrotta solo dopo l'arrivo delle pattuglie del radiomobile che, grazie ad una telefonata pervenuta al 112 NUE, sono immediatamente intervenute sul posto bloccando la famiglia di assalitrici ed evitando ben più gravi conseguenze. Alle quattro donne, oltre alle accuse di lesioni personali e danneggiamento in concorso, sono state inoltre contestate le violazioni delle norme emanate per il contenimento della diffusione del coronavirus.