Il ministero della Salute ha comunicato sul suo portale dedicato la decisione di richiamare semi di lino, di zucca, di girasole, di sesamo e bacche di goji bio del marchio Linwoods. Stando a quanto riferito dal Dicastero, il prodotto in questione sarebbe stato messo in commercio dalla società irlandese con sede a 190 Monaghan Road, ad Armagh. Il lotto oggetto del provvedimento è il numero 29520 e con scadenza fissata nell'ottobre del 2021. L'avviso specifica che è stata riscontrata la "presenza di ossido di etilene nell'ingrediente semi di sesamo in quantità superiore al limite di legge consentito". I consumatori sono pregati di non consumare il prodotto in questione e di riportarlo nel punto vendita in cui l'hanno acquistato per il rimborso.

L’ossido di etilene viene impiegato come fumigante per disinfestare da parassiti silos e stive. Il suo uso è vietato nell'Unione europea. A settembre di quest’anno analisi svolte dalle autorità doganali e in autocontrollo dalle aziende, ne avevano già rilevato residui su sesamo proveniente dall’India; i casi sono stati comunicati al sistema rapido d’allerta Rasff e a ottobre la Commissione europea ha emanato il regolamento 1540/2020. In base a quest'ultimo, dal 26 ottobre le autorità sanitarie indiane devono indicare nel certificato ufficiale che i prodotti sono stati oggetto di campionamento e analisi al fine di rilevare l’eventuale presenza di residui di antiparassitari e che tutti i risultati del campionamento e dell’analisi dimostrano la conformità alla normativa dell’Unione in materia di livelli massimi di residui di antiparassitari.