Una banale lite in strada per futili motivi si è trasformata in tragedia nella serata di giovedì 11 luglio a Pescara. Un uomo di 56 anni è morto dopo essere stato colpito al culmine di una lite  da un giovane che poi si è dato alla fuga. Il dramma si è consumato in via della Pineta, in zona stadio. Anche se le circostanze di quanto accaduto sono ancora al vaglio degli inquirenti, secondo una prima sommaria ricostruzione dell'accaduto, pare che i due stessero litigando per un parcheggio quando è avvenuta la tragedia. Tutto sarebbe iniziato con una manovra di retromarcia e il suono di un clacson con relativi rimproveri a distanza, poi i due contendenti sarebbero scesi dalle rispettive vetture affrontandosi. Tra i due sarebbe nato un forte diverbio: prima le parole, poi le urla e gli insulti, infine si sarebbe arrivati alle mani. Il 56enne, una volta ritornato verso la sua macchina è crollato a terra esanime.

Per lui inutili i successivi soccorsi medici del 118 allertati da alcuni presenti. All'arrivo dell'ambulanza sul posto, i sanitari hanno solo potuto constatare il decesso del 56enne. Al momento ancora non è stata chiarita l'esatta causa di morte. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri che, dopo aver raccolto le testimonianze di alcuni presenti al fatto, hanno scatenato un caccia all'uomo per risalire all'identità dell'altro contendete. È stato descritto come un ragazzo sui trenta anni che si è dato la fuga con un mezzo su cui viaggiavano anche altre persone. In particolare si cerca un Suv di colore chiaro. Su ordine della magistratura i carabinieri ora stanno anche provvedendo ad acquisire i filmati delle videocamere di sorveglianza della zona che potrebbero aver ripreso l'intera scena.