Un uomo di 53enne ha tenuto in apprensione per ore il comune di Tolentino, in provincia di Macerata, nella giornata di ieri, 7 ottobre. Si è prima barricato in casa con la madre di 82 anni, poi è uscito dalla sua abitazione, completamente nudo, imbracciando un fucile. Avrebbe minacciato alcuni passanti, prima di essere fermato dalle forze dell’ordine.

Panico a Tolentino

Erano circa le 8.30 quando il fratello gemello dell’uomo ha dato l’allarme: già il giorno prima lo aveva visto in stato confusionale e che ieri lo aveva chiamato per convincerlo ad alzarsi dal letto, senza però ottenere risposta. A quel punto ha provato ad entrare in casa, in via Filzi, insieme al nipote per capire come stesse. Ma la situazione è degenerata: il 53enne avrebbe esploso un colpo dall'interno dell'appartamento, senza ferire nessuno. Poi si sarebbe affacciato nudo al balcone, puntando il fucile sulla piazza vuota. La strada è stata così chiusa al traffico.

Arrestato, in casa aveva fucili e munizioni

Sul posto Vigili del fuoco, carabinieri e sanitari del 118. I militari dell'Arma hanno cercato di trattare con lui per farlo desistere prima di irrompere nell'appartamento, ma l'uomo si è rifugiato nell'ultima stanza, da dove poi è uscito a torso nudo con il fucile addosso e il dito puntato sul grilletto. Da via Filzi ha poi raggiunto il centro cittadino: pare si stesse dirigendo verso le scuole, quando è stato intercettato e bloccato dopo una colluttazione in vicolo Bezzi.  Il 53enne è stato poi arrestato per minaccia grave, esplosioni pericolose, resistenza a pubblico ufficiale, porto abusivo di armi. In casa aveva 3 fucili e diverse munizioni. Sarebbe rimasto leggermente ferito e per questo è stato portato all'ospedale Macerata, dove si trova piantonato.