Amara delusione per la famiglia Noventa. Non sono di Isabella, le ossa ritrovate sulla spiaggia di Albarella (Rovigo) lo scorso agosto. Come aveva anticipato Paolo Noventa, il fratello della segretaria di Albignasego uccisa da Freddy e Deborah Sorgato con la complicità di Manuela Cacco, la mandibola trovata sull'isoletta, non appartiene a Isabella. A confermarlo è stato l'esame medico legale effettuato sui resti umani da Lorenzo Marinelli di Ferrara, l'anatomopatologo incaricato dalla pm Sabrina Duò della Procura di Rovigo. Il perito ha accertato che solo la mandibola con due denti è umana, mentre tutte le altre ossa emerse nei giorni successivi e associate alla mandibola, sono animali. La mandibola, peraltro, non appartiene a una donna, ma a un uomo adulto.

Proprio alcuni giorni fa il caso di Isabella Noventa era tornato sulle pagine di cronaca per la vendita all'asta della casa del delitto. La villa appartenuta a Freddy Sorgato è stata venduta a una donna di Padova, Gioia Marcolongo, oggi nuova proprietaria della casa dove la notte del 15 gennaio fu uccisa Isabella Noventa. L'immobile di Noventa Padovana è stato venduto nell'ambito dell'asta con cui verrà costituito il risarcimento in denaro dovuto alla famiglia di Isabella. La casa di Freddy non sarà abitata fino a che non saranno sciolti i vincoli del sequestro giudiziario.

Isabella Noventa è scomparsa la sera del 15 gennaio 2016 da Padova. Dopo alcuni mesi la Procura ha aperto un'indagine per omicidio e occultamento di cadavere a carico dell'ex fidanzato, Freddy Sorgato, di sua sorella Deborah e dell'ex amante di Freddy, Manuela Cacco. I tre oggi sono stati condannati in appello. Ai due fratelli Sorgato, ritenuti responsabili di omicidio, sono toccati trenta anni. Sedici, invece, per favoreggiamento, a Manuela.