1.676 CONDIVISIONI
22 Settembre 2017
08:09

Naufragio migranti in Libia, oltre 100 dispersi: soccorsi attesi in mare una settimana

Stando a quanto riferisce l’UNHCR Lybia per una settimana i migranti a bordo di un barcone hanno atteso l’arrivo di una nave di soccorritori. Solo in sette sono stati recuperati ancora vivi.
A cura di Davide Falcioni
1.676 CONDIVISIONI
Immagini di repertorio
Immagini di repertorio

Per una settimana è stato immobile nel Mar Mediterraneo, a una distanza di circa 70 chilometri dalla costa di Tripoli, il barcone con a bordo almeno 130 persone recuperato ieri dalla Guardia Costiera libica. Per sette lunghi giorni gli occupanti, dopo aver finito il carburante, hanno atteso l'arrivo di una nave di soccorritori, fin quando il natante non si è capovolto per poi affondare. Solo sette migranti sono stati recuperati – fortunatamente ancora in vita –  ma è assolutamente certo che il bilancio delle vittime è molto pesante: si teme che i morti possano essere almeno 100. A renderlo noto è stato nella tarda serata di ieri un tweet dell'UNHCR Libia.

Quello a largo di Tripoli è stato il primo naufragio reso noto all'opinione pubblica da quando l'Italia ha siglato un accordo con il governo do Tripoli per controllare le partenze dei migranti. Stando alle poche informazioni fornite dai superstiti – tra i quali ci sono due donne e una bambina – e a quelle raccolte dalla Guardia Costiera libica il barcone era salpato venerdì scorso da Sabrata con a bordo non meno di 130 persone: la traversata verso le coste italiane si sarebbe interrotta dopo circa 70 miglia, quando è finito il carburante dell'imbarcazione. Per quai una settimana i pochi superstiti sono riusciti a resistere in mezzo al Mar Mediterraneo, mentre a decine sono morti.

La Guardia costiera di Tripoli ha dichiarato di aver ricevuto la richiesta di soccorso solo ieri. "Nella zona di Sidi Saied, venti chilometri a ovest di Zuara, è stata trovata un’imbarcazione distrutta con accanto sette migranti illegali in vita, uno dei quali è deceduto più tardi in ospedale" ha spiegato l’ammiraglio Ayob Amr Ghasem, portavoce della Marina libica. L'ufficiale ha confermato che il naufragio sarebbe avvenuto dopo che l’imbarcazione era rimasta senza carburante.

1.676 CONDIVISIONI
Migranti, nuovo naufragio al largo della Libia: 15 vittime, sono quasi 500 da inizio anno
Migranti, nuovo naufragio al largo della Libia: 15 vittime, sono quasi 500 da inizio anno
Orrore a Lampedusa, trovati resti umani a Cala Pulcino: forse i migranti dispersi in un naufragio
Orrore a Lampedusa, trovati resti umani a Cala Pulcino: forse i migranti dispersi in un naufragio
Migranti, 78 persone sbarcano in Calabria: ancora in mare i naufraghi a bordo della Resq People
Migranti, 78 persone sbarcano in Calabria: ancora in mare i naufraghi a bordo della Resq People
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni