Un violento nubifragio lo ha sorpreso mentre stava facendo il bagno in mare a Jesolo, per lui non c'è stato nulla da fare ed è morto praticamente sotto gli occhi della compagna e degli amici. La tragedia è avvenuta ieri pomeriggio, verso le 16.45, all'altezza della torretta numero 17, nel tratto di arenile compreso tra piazza Trieste e piazza Drago, nella località balneare in provincia di Venezia. La vittima è un cittadino romeno di 49 anni residente a Padova, Grigore Ciorbu. L'uomo era arrivato a Jesolo assieme alla fidanzata e ad altri due amici, tutti suoi connazionali, per trascorrere una giornata di festa che purtroppo si è trasformata in dramma.

Secondo le prime testimonianze il gruppetto si trovava in acqua e rientrati in tutta fretta, nella confusione generale (per la pioggia e il temporale, c’è stato un fuggi fuggi generale dei turisti), al momento non si erano accorti che mancava l’amico. Sono così ritornati in spiaggia e hanno iniziato a cercarlo. Allertati anche gli addetti al salvataggio di quella zona, di competenza di Jesolo Turismo Spa. Il corpo senza vita del 49enne, è stato ritrovato a circa 15 metri dalla battigia. Purtroppo non si è potuto far nulla per rianimarlo. Considerato che il mare, nonostante il temporale, non era mosso, non è escluso che il decesso sia da ricondurre ad un malore, ma tutte le verifiche del caso sono in corso. Sul posto anche la guardia costiera.