Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Due morti sulle strade del Piemonte nelle ultime ore. Silvia Riviera, una donna di trentuno anni di etnia sinti residente a Ivrea, è morta sul colpo in un incidente stradale avvenuto nella serata dei ieri, giovedì 22 ottobre, poco dopo le 23 lungo la Statale 26 a Caluso, nel Cavanese. In auto con lei c’erano il figlioletto di 5 anni, che è rimasto ferito ed è stato portato al Regina Margherita di Torino, e il padre venticinquenne del bambino, anche lui ferito ma non in gravi condizioni ricoverato al San Giovanni Bosco di Torino. Il piccolo invece sarebbe in pericolo di vita.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Caluso, padre, madre e bambino sarebbero stati sbalzati fuori dall’auto che ha terminato la corsa ribaltandosi dopo aver preso un cordolo della rotatoria in costruzione nei pressi di frazione Carolina. Lungo quel tratto di Statale 26 la carreggiata è chiusa da giorni a causa dei lavori di allargamento  della strada tra Chivasso e Caluso e il cantiere è ben segnalato. L’uomo alla guida non si sarebbe accorto della segnaletica e avrebbe proseguito lungo la strada interrotta, invece di imboccare la viabilità alternativa. Sul posto dopo lo schianto sono intervenuti i soccorritori del 118 e i vigili del fuoco di Montanaro. Il conducente dell'auto è stato denunciato per omicidio stradale.

L'altro incidente mortale è avvenuto sulla tangenziale di Fossano, in direzione Bra. A perdere la vita un uomo di ottantatré anni di Cuneo, Giuseppe Tesio. L’anziano, che era alla guida di un camion, probabilmente si è sentito male e ha perso il controllo del mezzo tamponando la macchina che lo precedeva. Il conducente dell’auto è rimasto illeso. Sull’accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri di Fossano.