Due ventenni sono morti in seguito a uno scontro frontale in auto avvenuto ieri sera subito dopo le 22 sull'Aurelia Bis tra Albenga e Alassio. Marco Parascosso ed Emanuele Albanio avevano 19 e 23 anni. Uno viveva ad Alassio e l'altro a Bagnasco (Cuneo). I due hanno avuto guidavano una Ford Fiesta e una Citroen C3. A bordo della vettura di Parascosso anche Davide, il fratellino di 16 anni. L'adolescente è rimasto gravemente ferito ed è stato ricoverato presso l'ospedale Santa Corona. Il suo bollettino medico resta attualmente riservato.

L'impatto violentissimo tra le due vetture non ha lasciato alcuno scampo ai due giovani 20enni. Coinvolta nello scontro anche una terza auto il cui conducente è rimasto fortunatamente illeso. Proprio lui ha allertato vigili del fuoco, ambulanze, polizia stradale e polizia di Stato. Secondo le prime ricostruzioni, la Ford Fiesta viaggiava da Alassio in direzione Albenga. L'automobilista che ha allertato i soccorsi ha raccontato di aver viaggiato per un po' dietro la Fiesta e di aver visto comparire in lontananza i fari di un'altra auto. Improvvisamente, spiega, si sono spente le luci di entrambi i veicoli. Un attimo e poi l'incidente: si è accorto di quanto avvenuto dopo aver evitato i detriti causati dallo sbando. La vittima di 19 anni studiava all'Istituto Alberghiero di Alassio. Sotto shock i compagni di classe e gli amici delle due giovani vittime. Grande apprensione anche per l'adolescente ricoverato le cui condizioni di salute restano riservate. Non è chiaro se sia o meno in pericolo di vita.