Si chiamava Flamur Alsela e aveva appena compiuto 50 anni l’operaio morto ieri in un incidente sul lavoro alle porte di Alessandria. Di origine albanese e residente nel Bresciano, Alsela era arrivato in Italia da oltre venti anni. Giovedì mattina stava lavorando per conto della Edil Emme, azienda in appalto per la realizzazione di un nuovo maxi-polo logistico di Amazon, all'interno del Marengo Retail Park in costruzione. L’operaio, secondo i primi riscontri, ha fatto un volo di oltre 5 metri, purtroppo fatale. Sull’accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri e tecnici per la sicurezza sul lavoro dell'Azienda sanitaria locale. Almeno sei le persone coinvolte nell'incidente: oltre a Flamur Alsela che ha perso la vita, altri cinque operai sono rimasti feriti e almeno uno è in gravi condizioni.

In Italia da venti anni, l'operaio viveva nel Bresciano – Come riporta BresciaToday, il cinquantenne viveva a Chiari con la sua famiglia. Lascia la moglie Majlinda e un figlio, Esmeraldo. La salma sarà presto a disposizione dei familiari e non si esclude che possa essere portata per la sepoltura nel Paese natale. “Si tratta di un incidente terribile. I nostri pensieri e le nostre più sentite condoglianze vanno alle famiglie delle persone coinvolte. Restiamo a disposizione delle autorità competenti per qualsiasi necessità”, così Amazon con una nota dopo il tragico incidente nel cantiere in Piemonte. Quello di ieri nel cantiere Amazon è stato il terzo incidente sul lavoro in altrettanti giorni in Piemonte. Gli altri due, nel Torinese, hanno causato un morto e un ferito.