Non dà tregua l'emergenza incendi. E ancora oggi la Regione può martoriate dalle fiamme è la Sicilia. In particolare è il centro abitato di Sciacca, all’ingresso est della città in provincia di Agrigento che sta facendo temere il peggio. Le fiamme si sono diffuse all’interno dell’area boschiva di contrada Pierderici,  per poi rapidamente allargarsi e raggiungere le aree residenziali situate tra le vie Figuli e Ravasio e il viale della Vittoria. Tra palazzine sono state evacuate: in tutto si contano una quarantina di famiglie portate via. Non ci sarebbero feriti, ma alcune persone, soprattutto anziane, sarebbero intossicate per il fumo. Gli abitanti sono stati assistiti dai sanitari. Evacuate anche le persone all’interno di una scuola nella quale si stavano svolgendo le attività della parrocchia vicina. C’è da dire che il bosco da dove è divampato il rogo era stato ripiantato circa vent’anni fa proprio per le conseguenze di un grave incendio. Sulla zona sono intervenuti alcuni Canadair, a supporto delle squadre di vigili del fuoco e corpo forestale dello Stato.

L'emergenza incendi in Sicilia

Ad ogni modo la situazione d’emergenza delle ultime 48 ore sembra stare rientrando in Sicilia. Fuochi ancora attivi nell’isola sono stati segnalati anche nel palermitano, a Torretta, nella zona di Costa Vuturo, dove un canadair è stato chiamato per spegnere il fuoco nell'area montana. Mentre nel catanese, ad Adrano, nel cuore del parco dell'Etna, le fiamme vanno avanti da ieri mattina. La zona interessata è quella di contrada Salto del cavallo, lungo la strada che conduce a Monte Intraleo. L'incendio è molto vasto e gli uomini della forestale hanno richiesto l'intervento di due mezzi aerei.

Centrosud ancora ostaggio delle fiamme

Sicilia a parte, gli incendi che tengono in ostaggio il Centrosud oggi sono stati 212 interventi su tutto il territorio. A comunicarlo sono i vigili del fuoco. Nella sola mattinata sono state 19 le richieste di intervento aereo pervenute al Centro Operativo Aereo Unificato del Dipartimento nazionale della Protezione civile che coordina l'attività di Canadair ed elicotteri della flotta aerea dello Stato a supporto delle operazioni svolte dalle squadre di terra. Quattro ciascuna le richieste dalla Calabria e dalla Campania, 3 a testa da Sicilia e Sardegna, 2 dal Lazio e una ciascuna da Basilicata, Umbria e Puglia. Diveri i mezzi aerei in azione: 13 Canadair, 2 elicotteri del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e 3 elicotteri della Difesa. In aiuto all'Italia ieri sono stati inviati i 2 Canadair francesi, che anche oggi sono al lavoro per domare le fiamme.