C'è tempo fino al 11 di ottobre 2019 per candidarsi al concorso indetto dal Ripam per l'assunzione di nuove risorse da impiegare presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l'INL e l'INAIL. Le posizioni da ricoprire sono ben 1514 ed i vincitori andranno ad essere inquadrati come personale non dirigenziale a tempo indeterminato. Requisito indispensabile per inoltrare la propria candidatura è quello di essere laureati in uno degli indirizzi indicati dal bando.

Ripartizione delle cariche

I posti previsti dal concorso sono così suddivisi: 691 per il profilo di Ispettore del Lavoro di cui 64 riservati al personale di ruolo dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro; 823 per la carica di Funzionario Area Amministrativa Giuridico – Contenzioso di cui 635 saranno destinati all'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, 131 all'Ispettorato nazionale del lavoro e 57 nel Ministero del Lavoro e delle politiche sociali. E' prevista inoltre una riserva del 30% dei seggi per i volontari delle Forze Armate Italiane.

I requisiti per poter prendere parte al concorso sono: la cittadinanza italiana, l'idoneità fisica per lo svolgimento delle attività lavorative, il godimento dei diritti civili e politici, non aver riportato condanne penali e per i candidati di sesso maschile nati entro il 1985 l'essere in regola con il servizio di leva. Per quanto riguarda i titoli di studio, è richiesta la laurea in uno dei seguenti indirizzi: giurisprudenza, scienze delle pubbliche amministrazioni, teoria e tecniche della normazione e dell'informazione giuridica, scienze politiche e delle relazioni internazionali e scienze dei servizi giuridici.

Iter selettivo

Le prove stabilite dalla commissione consisteranno in un test preselettivo composto da 60 quesiti a risposta multipla di cui 40 attitudinali volti alla verifica delle capacità logiche-deduttive e 20 inerenti diritto costituzionale, amministrativo e del lavoro; un elaborato scritto su un argomento tra diritto costituzionale, amministrativo, civile, commerciale, penale, dell’Unione europea, contabilità pubblica e legislazione sociale; infine un colloquio orale interdisciplinare sulle materie già oggetto della prova scritta.

Le domande di partecipazione dovranno essere inoltrate esclusivamente per via telematica compilando il modulo apposito tramite il sistema Step-One 2019. Per prendere parte alle selezioni è necessario effettuare un versamento di 10 euro per la quota di concorso.