579 CONDIVISIONI
25 Agosto 2021
08:25

Il dramma di Vanessa Zappalà, uccisa a 26 anni dall’ex, nel suo diario: “Ore 9, mi segue ancora”

“Dopo la denuncia ai carabinieri continua a seguirmi. Sono in ansia, ho paura”: è quanto scriveva su un diario Vanessa Zappalà, la 26enne siciliana uccisa a colpi di pistola dall’ex Antonio Sciuto, che si è poi tolto la vita impiccandosi. La ragazza lo aveva denunciato per stalking, ma il suo arresto arresto non è mai stato convalidato. Il presidente dell’ufficio del Gip di Catania, Nunzio Sarpietro: “Non mi sento di contestare alcuna colpa al collega, ha agito secondo legge”.
A cura di Ida Artiaco
579 CONDIVISIONI

Vanessa Zappalà aveva paura di Antonio Sciuto, l'ex fidanzato che l'ha uccisa con 7 colpi di pistola sul lungomare di Acitrezza, a pochi passi di Catania, domenica notte, mentre le faceva una passeggiata con alcuni amici, prima di togliersi la vita impiccandosi. Era da mesi che la ragazza lanciava segnali di allarme, aveva persino denunciato per stalking a giugno quell'uomo che, accecato dalla gelosia, l'aveva più volte minacciata e inseguita. Lo aveva messo anche nero su bianco, appuntando su un bloc-notes tutto quello che succedeva, segnando orario e luogo preciso in cui Tony si ripresentava. "Dopo la denuncia ai carabinieri continua a seguirmi. Sono in ansia, ho paura", ha scritto la giovane, come riporta il quotidiano La Repubblica. La Procura di Catania aveva chiesto e ottenuto dal Gip che fosse posto agli arresti domiciliari. Attualmente era sottoposto al divieto di avvicinamento. "La legge aveva già fatto il suo corso ma forse non hanno capito le cose come stavano. Dopo il suo arresto non l'abbiamo visto e pensavamo fosse finito. Evidentemente nei due mesi successivi ha maturato la decisione di uccidere mia figlia e di uccidersi", ha commentato il papà della vittima Carmelo.

La polemica con la Procura di Catania

Il padre di Vanessa già ieri aveva alzato la voce nei confronti dei giudice che non ha convalidato l'arresto di Antonio Sciuto: "La sua morte è una sconfitta per lo Stato. Quell’uomo aveva pianificato tutto, ne sono sicuro, continuava ad essere accecato dalla gelosia. Abbiamo scoperto che aveva piazzato un Gps sotto l’auto di Vanessa. E, poi, era riuscito a intrufolarsi nel giardino di casa nostra, per sentire cosa dicevamo, attraverso un tubo". A lui ha risposto il presidente dell'ufficio del Gip di Catania, Nunzio Sarpietro: "Non mi sento di contestare alcuna colpa al collega, ha agito secondo legge: nel fascicolo c'erano anche elementi contrastanti di cui ha tenuto conto, come un primo riavvicinamento tra i due. E anche se lui fosse stato agli arresti domiciliari sarebbe potuto evadere e commettere lo stesso il delitto". Secondo Sarpietro, "è difficile controllare tutti gli stalker, noi emettiamo come ufficio 5-6 ordinanze restrittive a settimana ed è complicato disporre la carcerazione perché occorrono elementi gravi e, comunque, non si può fare fronte ai fatti imponderabili".

Il lutto cittadino e la fiaccolata

Intanto ieri a Trecastagni, paese alle pendici dell'Etna dove viveva Vanessa, l'amministrazione comunale ha organizzato una fiaccolata in suo ricordo, ma soprattutto per chiedere al governo una modifica legislativa che tuteli in maniera più incisiva le donne che denunciano i loro persecutori. Il sindaco Giuseppe Messina ha inoltre deciso che ci sarà il lutto cittadino, annunciando, per il giorno dei funerali bandiere listate a lutto e anche la sospensione per questa settimana degli spettacoli previsti.

579 CONDIVISIONI
Alex ucciso a 2 anni a Perugia, i messaggi della madre all’ex dopo il delitto: "Nessuno lo avrà"
Alex ucciso a 2 anni a Perugia, i messaggi della madre all’ex dopo il delitto: "Nessuno lo avrà"
2.438 di Videonews
Lucrezia Di Prima, sgozzata dal fratello e poi nascosta in sacchi di plastica: giallo sul movente
Lucrezia Di Prima, sgozzata dal fratello e poi nascosta in sacchi di plastica: giallo sul movente
Alex ucciso a 2 anni a Perugia, i messaggi della madre all'ex dopo il delitto: "Così nessuno lo avrà"
Alex ucciso a 2 anni a Perugia, i messaggi della madre all'ex dopo il delitto: "Così nessuno lo avrà"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni