16 Luglio 2018
14:45

“Avevo tirato coca”: confessa l’assassino di Sabrina, uccisa con due fendenti al collo

Sabrina Malpiero, commessa di Pesaro è stata trovata cadavere nel suo appartamento dal figlio ventenne. A sferrare i fendenti mortali è stato Zakaria Safri, 38 anni, un conoscente della donna: “Avevo fatto un tiro di coca, l’ho uccisa per una lite da niente”.
A cura di An. Mar.

"Ho perso la testa per una lite da niente, avevo tirato cocaina", così, Zakaria Safri, 38 anni, tenta di spiegare agli inquirenti il raptus omicida che ha portato via la vita a Sabrina Malipiero, madre di due figli ventenni, trovata sabato mattina nel suo appartamento col il collo straziato dai colpi di coltello. "Non ero in me" si giustifica Safri, cittadino marocchino da anni in Italia con un permesso di soggiorno e legato alla vittima da un semplice rapporto di conoscenza. L'uomo, secondo quanto emerso dalle indagini, sarebbe legato al compagno di Sabrina, per il quale avrebbe lavorato da quando aveva perso l'impiego come imbianchino.

Sabato 14 luglio, secondo la versione fornita da Safri ai pubblici ministeri Fabrizio Giovanni Narbone e Silvia Cecchi, il 38enne sarebbe andato a casa di Sabrina per accompagnarla e lavoro e prendere in prestito la Matiz di lei. Tra i saluti e il passaggio in auto, sono passati quel "tiro di coca" e l'aggressione con le coltellate. La droga, secondo Safri l'avrebbe fornita la stessa Sabrina prendendola dalla borsetta, dove effettivamente è stata trovata, ma in casa del Safri, che dopo aver commesso il delitto, è fuggito con l'auto della vittima e la sua borsetta. L'uomo ha affermato che anche Sabrina avrebbe fatto uso di quelle dosi, ma saranno i risultati degli esami medico-legali sul corpo della vittima a confermare o smentire queste dichiarazioni.

A carico del 38enne ci sono gli elementi rilevati nell'appartamento- dove gli agenti della Squadra Mobile guidati da Silio Bozzi hanno ritrovato l'arma del delitto – e sui vestiti che indossava Safri, ancora sporchi di sangue della vittima. Sabrina, commessa in un supermercato nel quartiere in cui viveva, alla periferia di Pesaro.52 anni, lascia due figli: una ragazza di 26 e un ragazzo di 24 anni,

Anziano sgozzato alla fermata del bus a Rimini, è caccia al killer in fuga
Anziano sgozzato alla fermata del bus a Rimini, è caccia al killer in fuga
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
Reggio Emilia, il killer ha registrato Juana prima di ucciderla: "Volevo tenere la sua voce per sempre"
Reggio Emilia, il killer ha registrato Juana prima di ucciderla: "Volevo tenere la sua voce per sempre"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni