Una studentessa di 15 anni del liceo artistico Calò di Grottaglie, in provincia di Taranto, ha accusato un malore ed ha perso la vita mentre si trovava in casa, nella frazione di Uggiano Montefusco (frazione di Manduria), e stava seguendo una lezione scolastica dal suo computer in didattica a distanza. La giovane, che frequentava il terzo anno, si era collegata come sempre alle 8 del mattino ma avrebbe poi riferito problemi di connessione, almeno fino alle ultime due ore di lezione. In quel momento il malore e poi il decesso. A trovarla riversa per terra sono stati il padre e la madre, che hanno immediatamente dato l'allarme e chiamato i soccorsi.

Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, arrivati con tre mezzi partiti da Torricella, Fragagnano e Francavilla Fontana. I tentativi di rianimare la quindicenne tuttavia si sono risultati purtroppo inutili. Gli insegnanti e i compagni di classe non si sarebbero accorti di niente, perché l'adolescente non era inquadrata dalla telecamera del dispositivo che stava utilizzando. Il professore di italiano delle ultime due ore di lezione si sarebbe reso conto della situazione attorno a mezzogiorno, con la connessione ristabilita e la webcam del computer che riprendeva  i disperati tentativi dei sanitari di salvare la vita alla ragazza.

Per le scuole superiori Dad al 100% fino alle vacanze di Natale

Il Governo, nelle sue ultime Faq relative al Dpcm del 3 dicembre, ha chiarito che "nelle scuole secondarie di secondo grado, fino all’inizio delle vacanze natalizie, il 100% delle attività continuerà a svolgersi a distanza per tutti gli studenti. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con altri bisogni educativi speciali. Dal 7 gennaio 2021, invece, nelle c.d. zone gialle e arancioni le scuole adotteranno forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica ai sensi degli artt. 4 e 5 del Dpr 275/ 99 in modo che al 75% della popolazione studentesca sia garantita l’attività didattica in presenza (Nota Dipartimentale n. 2164 del 09/12/2020)".