7.359 CONDIVISIONI
Covid 19
4 Marzo 2021
13:26

Focolaio Covid in reparto di oncologia all’ospedale di Lecce, 12 pazienti positivi

Dodici pazienti oncologici dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce sono risultati positivi al Coronavirus. Lo ha confermato la Asl del capoluogo salentino. L’ipotesi, per la rapidità della diffusione del contagio, è che si tratti di variante inglese. I contagiati saranno assistiti dal dipartimento di emergenza. Annunciato un esposto in Procura: “Episodio gravissimo”
A cura di Simone Gorla
7.359 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Un focolaio Covid è stato scoperto nel reparto di Oncologia dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce. Ci sono 12 pazienti positivi, che ora saranno trasferiti. Sulla vicenda l'associazione per la tutela dei diritti dei cittadini "Codici" presenterà un esposto in Procura.

Focolaio in Oncologia a Lecce: ipotesi variante inglese

La Asl del capoluogo salentino, nella giornata di ieri, mercoledì 3 marzo, ha dato conto dei dodici casi di positività riscontrati tra i pazienti. L'ipotesi, per la rapidità della diffusione del contagio, è che si tratti di variante inglese, ma questo dovrà essere accertato. Per tutti i contagiati è stato disposto il trasferimento nel Dea (Dipartimento di emergenza e accettazione). Saranno assistiti anche dagli oncologi che supporteranno le équipe del Dea per le problematiche di carattere oncologico. I problemi respiratori saranno trattati, invece, dagli specialisti del Dipartimento di emergenza e accettazione. Anche un turno di infermieri e operatori sociosanitari verrà distaccato e mandato all'interno del Dea.

L'associazione Codici: "Episodio gravissimo"

Per l'associazione che ha denunciato il caso si tratta di un episodio "gravissimo" e su cui "è necessario fare luce". Sul caso è intervenuto il segretario nazionale, Ivano Giacomelli: "Stiamo seguendo la vicenda perché sono mesi ormai che siamo attivi nel Salento, dove ci stiamo occupando dei contagi verificatisi all'interno di alcune Rsa e case di riposo, fornendo assistenza legale ai familiari degli anziani ospiti. Questa notizia che riguarda il Fazzi di Lecce, ovviamente, preoccupa – aggiunge Giacomelli – e anche molto, perché parliamo di un ospedale, quindi di una struttura dove le misure di prevenzione dovrebbero essere massime"

7.359 CONDIVISIONI
31606 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni