222 CONDIVISIONI
Coronavirus
1 Febbraio 2021
09:06

Festa in un pub in Val Gardena con 200 giovani, violate norme anti-Covid: 155 sanzioni e denunce

Una festa in un pub è stato scoperto a Selva di Val Gardena, in Trentino Alto Adige. A segnalare la violazione delle norme di sicurezza dovute alla pandemia sono stati i Carabinieri di Ortisei. Gli investigatori hanno trovato circa 200 giovani accalcati nel locale che potrebbe contenerne solo 80, senza il rispetto di distanze di sicurezza o norme di protezione individuale.
A cura di Susanna Picone
222 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Una festa in un pub con circa 200 giovani. È quella scoperta in alta montagna a Selva di Val Gardena, nella provincia autonoma di Bolzano, in Trentino-Alto Adige. Sono stati i Carabinieri di Ortisei a segnalare la violazione delle norme anti-Covid. I militari hanno infatti trovato circa duecento persone, soprattutto giovani, accalcati in un locale che avrebbe potuto contenerne in tempi normali solo 80. Le distanze di sicurezza non venivano rispettate come le norme di protezione individuale. Ci sono volute ore per controllare e identificare tutti gli avventori. Secondo quanto comunicato dai militari, 155 giovani sono stati identificati e saranno sanzionati per aver trasgredito le norme di contenimento del Coronavirus, altri anche denunciati: c’è chi non ha voluto fornire le proprie generalità, chi è stato sanzionato per ubriachezza in pubblico mentre una persona ha opposto resistenza durante il controllo dei carabinieri.

La posizione del titolare del locale al vaglio delle autorità – Certamente difficile – sottolineano i militari dell’Arma in una nota – la posizione del titolare del locale che ha permesso la festa. La sua condotta è al vaglio delle Autorità. Intanto è stato sanzionato per il mancato rispetto delle normative anti-Covid. I partecipanti al party in Val Gardena, quasi tutti poco più che ventenni, si sono lasciati dietro anche una discreta quantità di sostanze stupefacenti: undici grammi di marijuana sono stati abbandonati all’interno del locale per sfuggire al controllo dei militari.

Allarme assembramenti – A partire da oggi l'Italia diventa quasi tutta zona gialla: in area arancione restano solo quattro regioni (Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria) e appunto la Provincia Autonoma di Bolzano. Ma è allarme assembramenti: anche il commissario straordinario per l'emergenza Coronavirus, Domenico Arcuri, ha detto che "se noi automaticamente ricominciamo a far finta di niente e assistiamo alle scene di folla perderemo di nuovo il controllo dell'epidemia. Il virus non è stato sconfitto ma circola ancora".

222 CONDIVISIONI
27114 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni