È stato rintracciato e sta bene Matteo Rodà, il 28enne scomparso da Domodossola lo scorso 15 dicembre scorso. Il suo allontanamento aveva messo in allarme la famiglia, soprattutto per le circostanze in cui era avvenuto. Matteo, infatti, aveva recentemente interrotto una relazione sentimentale ed era in cerca di lavoro, avendo perso da poco il suo impiego.

La scomparsa è avvenuta a Domodossola (Verbano – Cusio – Ossola). Ventotto anni, Matteo Alessandro Rodà, è uscito di casa portando con sé il cellulare, che risulta spento, e i documenti. Non appena i parenti si sono resi conto che si trattava di una scomparsa hanno sporto denuncia al Commissariato di Polizia di Domodossola. La notizia è arrivata anche sui social, dove, in gruppi e pagine locali, l'appello dei familiari è stato condiviso centinaia di volte. "Chiediamo gentilmente a chiunque avesse la minima informazione, di mettersi in contatto con noi o direttamente con le forze dell'ordine. Grazie", si legge nel post.

Le ricerche da parte delle forze dell'ordine sono tuttora in corso in tutto il Piemonte. I familiari, che sono molto preoccupati, hanno voluto condividere l'appello anche tramite il programma Chi l'ha visto, che se ne è occupato nel corso della puntata serale. "Matteo, che ha recentemente perso il lavoro, il 15 dicembre scorso si è allontanato dalla provincia del Verbano Cusio Ossola – si legge nel post condiviso sulla pagina FB del programma dedicato agli scomparsi – I familiari non hanno più sue notizie e sono molto preoccupati. Qualcuno lo ha incontrato?". Secondo chi gli è vicino il 28enne aveva appena interrotto la relazione con la fidanzata e, avendo perso il lavoro, era costretto ad accettare l'aiuto di nonni e genitori.